Riso Sant’ Andrea

Redazione

di Martino Ragusa.

È difficile consigliarvi quale sia il periodo migliore per godervi lo spettacolo delle immense risaie a perdita d’occhio attorno a Vercelli. D’estate sono di colore verde acceso con tonalità continuamente cangianti per l’oscillare delle pannocchie ancora acerbe. Sembra di correre dentro a un dipinto impressionista che non finisce più, sempre uguale eppure per niente monotono, tanto che è difficile smettere di guardare questa specie di nulla colorato di verde capace di attrarre lo sguardo quasi senza motivo. Avevo già visto queste risaie in autunno, accese di toni caldi e dorati che ricordavano quelli di Van Gogh, e le avevo viste allagate in primavera, quando si trasformano nel dipinto surrealista di uno strano mare popolato da paesini galleggianti che si riflettono nell’acqua. Quale sia il quadro più bello non saprei proprio dirvelo, ma potete orientarvi con i vostri gusti pittorici. Tenete presente che per godersi il panorama l’ideale è il treno. Se verrete in macchina, vi consiglio di uscire dalla strada maestra e salire sulla rampa di un cavalcavia che è l’unico punto di osservazione rilevato su questa pianura assoluta.
Sono venuto a Vercelli perché con i suoi quasi 67.000 ettari di risaie è considerata la capitale italiana del riso, tanto che ospita la “borsa del riso” dove si decide il prezzo in tutta Europa. Qui coltivano soprattutto Carnaroli, Arborio, Sant’Andrea,Baldo e un viaggio da queste parti è l’occasione buona per scoprire i pregi di queste ultime varietà meno conosciute. Adele Re, titolare della Riseria Re, è una grande sostenitrice del Sant’Andrea che cresce a pochi chilometri da qui nella Baraggia, la bellissima regione umida compresa tra Vercelli e Biella. Sostiene che sia insuperabile per i risotti perché è un riso che riesce a mantecare naturalmente, senza l’aggiunta finale di burro, quindi è ottimo per chi desideri un risotto cremoso e leggero. Cioè tutti. Peccato che sia poco conosciuto e diffuso fuori dal territorio di Vercelli, qui comunque se ne trova a volontà.

L’indirizzo della riseria che commercializza il Sant’Andrea (ma anche il Rosa Marchetti, l’Arborio, l’Integrale e il Baldo) è:
Riseria Re Carlo & C.
Via Molino, 1
1330 Albano Vercellese (Vc)
Tel. 0161/ 73 124

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi