Riso con purpudza (purpudza chin risu, rosu)

LauraSardegna
Rustico piatto della provincia nuorese a base di carne di maiale tagliata a bocconcini e fatta marinare con aromi, spezie, erbe aromatiche, vino e olive, e poi aggiunta al riso (in sardo: risu, rosu). La purpudza può essere servita anche come antipasto, cotta in una padella di ferro, con poco olio d'oliva.
4 da 2 voti
Preparazione 2 h
Tempo totale 2 h
Portata Riso e risotti
Cucina Italia
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Preparate la carne marinata con le spezie, il sale, le erbe aromatiche e l'aglio tritati finemente, pepe, vino e olive intere (lavate dalla salamoia). Amalgamate bene il tutto e lasciate macerare per 2 o 3 ore, facendo assorbire bene il vino.
  • Trascorso questo tempo preparate il risotto con la cipolla tagliata finemente e rosolata nell'olio. Aggiungete la purpudza, fate rosolare.
  • Toglietene la metà. Aggiungete il riso, fate tostare, aggiungete il brodo ogni tanto e fate cuocere. Quando il riso è al dente incorporate il resto della purpuzza, fate insaporire, aggiustate di sale se necessario.
  • Servite subito. Se piace, spolverizzatelo di pecorino grattugiato. Accompagnatelo con un rosso e generoso Cannonau barbaricino.