menu vegano natalizio

Menù vegano natalizio

Redazione

Per le buone forchette, il Natale è sempre stato un’attesissima occasione per tuffarsi in vassoi grondanti di carne di tacchino, vitello e maiale, su tavole imbandite di ogni ben di Dio.

Che il menù natalizio debba essere grasso, tuttavia, non è scritto da nessuna parte, anzi.

Negli ultimi anni le famiglie italiane si sono trovate a fare i conti con un cambiamento: se è vero che l’Italia (come dichiarano le associazioni) conta circa 700 mila vegani, la probabilità che il nostro pranzo di Natale debba avere un’alternativa vegan è altissima.

Ecco perché, dopo avervi suggerito il menù da mettere sotto il piatto dei vostri ospiti per il pranzo del 25, Il Giornale del Cibo vi propone un menù vegano natalizio, composto dalle ricette dei suoi lettori.

Antipasto sardo: fainè in padella con carciofi sardi

ravioli-di-ricotta-di-capra-e-carciofi-spinosi-sardi

Partiamo con una variante della ricetta sarda della fainè di ceci, un piatto tipico del nord della Sardegna.

Si tratta di una pietanza dalle umili origini, tanto da essere scherzosamente chiamata frittata dei poveri. Trattandosi di un piatto molto sostanzioso, infatti, costituisce una valida alternativa alle uova, rispetto alle quali è molto più sano, perché povero di grassi. Come spesso accade in questi casi, proprio in virtù delle sue benefiche qualità, a distanza di anni la fainè è stata riscoperta, ed è oggi molto apprezzata. Questa variante, sarda tout a cort, è realizzata con i carciofi dell’isola.

Primo: risotto con le mele

risotto con le mele

Un retrogusto dolce-piccante, per un primo piatto realizzato con il frutto più sano che ci sia: il risotto con le mele. L’ingrediente principale è qui accompagnato dai sapori di cipolla, carota e sedano, con l’aggiunta di un po’ di peperoncino che rende insolita e gustosissima questa ricetta dalle origini incerte…

Secondo: Grandi Strudel di broccoletti e tofu

strudel-di-mele

La proposta che vi facciamo per il secondo piatto di questo menù vegano natalizio è un irresistibile e vincente ibrido: alla pasta di strudel (di tradizione trentina e friulana), sposiamo dei broccoletti lessati (rigorosamente siciliani), baciati da tofu, salsa di soia, peperoncino, aglio e semi di sesamo. La ricetta che vi presentiamo, indica anche come realizzare delle polpettine vegane con gli avanzi del preparato…

Dolce: papassini vegetariani

papassini-vegetariani

E arriviamo al dolce. Trovare nella tradizione italiana una torta o una crostata che non contengano uova, latte o burro, non è affatto facile. Il Giornale del Cibo, tuttavia, è riuscito a scovare per voi una ricetta assolutamente tradizionale, ancora una volta proveniente dall’incantevole Sardegna: i papassini. Una nostra lettrice ha condiviso con noi la ricetta vegetariana tramandatale da sua zia, insieme ad un grazioso aneddoto familiare.

Albero di Natale di frutta

albero-di-natale-di-frutta-2

Ai più piccoli piacerà da matti: chiudere il vostro menù vegano natalizio con un coloratissimo albero di frutta è un modo per invogliare i bambini ad una sana alimentazione, e stimolare i grandi a portare colore e creatività in tavola. La ricetta che vi presentiamo, chiaramente, è solo una base: potrete sbizzarrirvi ed integrarla con tutti i frutti di cui disponete, sperimetando un’infinità di abbinamenti di gusto e colori.

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi