ittiturismo

Mare, montagna o campagna? Ittiturismo!

Ilaria De Lillo

Siete i vacanzieri dell’ultimo minuto e ancora non avete prenotato le vacanze? Siete indecisi tra mare, montagna, campagna e vacanza enogastronomica, ma per quest’anno avete voglia di un’esperienza indimenticabile? Allora possiamo lanciarvi una proposta su dove trascorrere le vacanze: al mare sì, ma lontani da hotel e bed&breakfast, una vacanza davvero alternativa, divertente e a contatto diretto con il mondo marino. Il nuovo trend di questa estate è la pescaturismo, e per praticarla dovete prenotare un posto letto nell’ittiturismo. L’ambiente è familiare, gli alloggi comodi e caratteristici, i piatti di pesce succulenti e la location è nel cuore della costa. Siete curiosi di soggiornare nell’ittiturismo?

pesce fresco

Ittiturismo, una villeggiatura direttamente sul mare

Lupi di mare a avventurieri delle onde, l’offerta turistica ideale per voi si chiama pescaturismo. Andando in giro per i porti, praticando il pescaturismo potrete salire a bordo delle imbarcazioni guidati dai pescatori e scoprire i segreti di questo mestiere antichissimo. Potrete osservare e partecipare alla pesca mattutina godendovi il sole che sorge sul mare; esercitarvi nella pesca sportiva; buttarvi in avventure tra le onde; conoscere nuove specie marine; scoprire le meraviglie che nasconde il mare tra flora e fauna.

E alla fine di una giornata intensa, dopo mirabolanti avventure per mare, dove dormire? Direttamente nelle case dei pescatori, sempre a contatto diretto con l’acqua, la saggezza e la passione dei marinai e i sapori genuini e autentici del mare. Infatti, dopo una mattinata di pesca intensa, potrete degustare il vostro bottino immersi tra bellezze paesaggistiche incontaminate, ricchezze culturali e artigianali.

Ittiturismi in Italia, quanti sono e dove trovarli

vacanza ittiturismo

Trascorrere la vacanza in un ittiturismo vuol dire: esperienza memorabile nel mondo della pesca, mangiare gustosissime ricette di pesce preparate dai pescatori in persona e imparare i segreti di abbinamenti e cotture perfette proprio da loro. Ma quanti sono gli ittiturismi in Italia e dove si trovano?

Tra versante Adriatico e Mediterraneo gli ittiturismi sono 5:

  • Cooperativa Quietovivere a Lido di Spina in Emilia Romagna: nel cuore del Delta del Po e con una proposta gastronomica eccellente. Dai molluschi alle tipiche anguille del ferrarese, dalle sarde al pesce di valle, potrete degustare specialità cucinate dai pescatori seguendo le tradizioni locali.
  • Il Vecchio e il mare a Grottammare nelle Marche: remiamo più giù l’Adriatico fino a questo ittiturismo per calare le reti al tramonto, tirarle su all’alba e attendere un bel pranzetto a base del pescato del giorno.
  • Sabor’e mari a Teluada in Sardegna: dalla torre maestra a picco sugli scogli respirate a pieni polmoni l’aria di mare perché all’ora di pranzo si scatena la fame, e il menù dei pescatori è ricchissimo. Antipasto, primo e secondo con chiusura finale: mirto di Sardegna.
  • I due fratelli a Sant’Antioco in Sardegna: quest’altro ittiturismo sull’isola, oltre a offrire pescaturismo, deliziose fritture miste e grigliate di pesce fresco, vi propone una romantica passeggiata sul lungomare.
  • Cooperativa Pesca ambiente e territorio a Sant’Anna Arresi in Sardegna: sulla costa sud occidentale dell’isola, tra i profumi e i silenzi del Mediterraneo, il pescatore e sua moglie vi prepareranno sfiziosi manicaretti a base di pesce fresco cotto alla brace, bottino dalla pesca delle loro barche

Pronti a partire per un soggiorno speciale sul mare nell’ittiturismo?

Ilaria De Lillo

Nata a Foggia, vive a lavora a Bologna. Per il Giornale del Cibo scrive di approfondimenti, eventi e scuola di cucina. Il suo piatto preferito sono le polpette al marsala di nonna Francesca, perché “più che un piatto sono un correlativo oggettivo di montaliana memoria: il profumo di casa, le chiacchiere con papà, la dolcezza di mamma che prepara da mangiare, le risate con mia sorella e i cugini. Insomma, un tripudio di ricordi ed emozioni a tavola”. Per lei in cucina non possono mancare gli ospiti, “altrimenti per chi cucino?”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi