Il decalogo del buon avventore.

Redazione

Entrando in un ristorante siamo sempre più attenti ai nostri diritti. Con questi chiari di luna, è giustissimo che sia così! Ma è il caso di pensare anche ai nostri doveri. Ecco qualche consiglio in forma di decalogo:

1. Siamo rispettosi con i camerieri. Non trattiamoli da servi.
2. Non lesiniamo qualche “grazie” se è meritato.

3. La mancia non è un obbligo, non lasciamo nulla se siamo stati trattati male. Ma consideriamola il premio per un buon sevizio e lasciamola quando è meritata.

4. Rispettiamo gli altri commensali tenendo a freno i bambini se ce li siamo portati dietro. Interveniamo se infastidiscono il personale.

5. Evitiamo il cellulare.

6. Anche se mangiamo in un dehor ricordiamo che il fumo può ugualmente infastidire i vicini.

7. Non fissiamo le facce degli altri avventori e non scuriosiamo nei loro piatti.

8. Non facciamo commenti su di loro perché nove volte su dieci se ne accorgono. 9.

Non origliamo i loro discorsi.

10. Mandiamo i complimenti al cuoco se se li è meritati.
di Martino Ragusa

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi