E’ Nata La Compagnia Del Cibo Sincero Di Ribera!

Redazione

due soci della compagnia dividono un piatto a tavola

Le elezioni del Presidente e la cena… a casa di Martino

Di Margherita Amato

 

 
i soci a tavolaNella accogliente dimora di Martino Ragusa a Ribera, circondata da un rigoglioso e profumato giardino mediterraneo, si è formalmente costituita, dopo il primo appuntamento estivo, la Compagnia del Cibo Sincero di Ribera.

 

 

 

margherita d'amatoIn una calda serata d’autunno, solo come la Sicilia sa offrire, si è svolta il 16 ottobre scorso la prima assemblea dei soci della compagnia, allargata a tutti i simpatizzanti, che si è conclusa con un conviviale nel quale tutti i partecipanti hanno preparato dei piatti tipici soprattutto della cucina siciliana.

Lillo SimonariNel corso della serata sono stati eletti i rappresentanti della Compagnia di Ribera il Presidente Margherita Amato, il Vicepresidente Vanna D’Ambrosio e il segretario Lillo Simonaro.

 

ospiti assaggiano i piatti del convivioL’evento è stato particolarmente apprezzato soprattutto dai tanti buongustai che hanno assaggiato tutti i piatti preparati per l’occasione senza risparmiarsi e dai “cucinieri” cosi’ come li chiamiamo noi, che hanno potuto far conoscere la loro passione per il cibo sincero e la loro attenzione ad utilizzare prodotti agroalimentari del territorio; grande assente nel menu’ della serata la nostra “Arancia di Ribera dop” poichè ancora la stagione non è ancora cominciata, ma ci rifaremo al più presto con la preparazione di piatti in cui la nostra arancia regna dall’antipasto al dolce.

I piatti sinceri, preparati da tutti i partecipanti al convivio sono:

Antipasti

olive cunzatilo sfincione alla palermitana di Silvana Vassallo,

Il pasticcio di broccoli e salsiccia di Ribera di Antonella Fallea,

le olive “cunzati” di Ludovico Valenza;

I primi

Nino e le lasagne al pestole lasagne con gamberetti e pesto di Nino Macaluso,

 

 

 

 

tabulèil tabulè di Rosanna D’Amico;

 

I secondi

sarde a chiappale sarde a beccafico di Mariangela Simonaro,

la trippa in umido di Luisella Barberis,

la salsiccia all’alloro di Lina Giordano,

 

 

stinco di vitellolo stinco di vitello di Corrado Lupo,

il pesce palombo all’agrodolce di Venny Colletti,

lo spezzatino di Ludovico;

ai contorni il purè di patate di Corrado,

insalata della suocera di Luisella,

la parmigiana di Lina Firetto,

 

pane all'antica del forno Mancusole polpette di melanzane di Lilla Ragusa,

la frittata di patate di Lina,

il gattò di patate di Antonella Licata,

il pane all’antica del forno Macaluso;

I dolci

le sfincile sfinci di Camilla Fontana,

 

 

 

 

crostata agli agrumila crostata alla marmellata di agrumi e la cubaita di Rosa Sarullo,

 

 

 

cotognatala pasta vergine e la cotognata di Margherita Amato,

 

il tiramisù di Alfonso Zaia,

 
mostacciolii mostaccioli e vino cotto di Angela Ombrello.

 

 

 

 
vini delle Tenute PiazzaIl tutto accompagnato dagli ottimi vini Scirtea Bianco (Inzolia) e Scirtea Rosso (Nero d’Avola) delle Tenute Piazza, prodotti a Ribera da agricoltura biologica.

Stimolante è stata la discussione sugli abbinamenti a cui, di conseguenza è seguito lo scambio di idee sulle ricette e sugli ingredienti sinceri utilizzati. I presenti, non ancora associati, hanno gradito la cena ma soprattutto hanno aderito alla Compagnia del Cibo Sincero.
 

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi