Dal 5 all’8 maggio a Parma c’è Cibus 2014

Adriana Angelieri


Lunedì 5 maggio apre a Parma la diciassettesima edizione di Cibus, il salone internazionale dell’alimentazione che ha cadenza biennale. Sarà un’edizione in grande, con ben 2700 espositori, con lo sguardo ben fisso su expo 2015, il prossimo grande evento che vedrà protagonista il cibo. Mattatori saranno i prodotti italiani ‘a marchio’ (Dop, Igp, Stg), un quinto delle vendite totali all’estero dell’intero paese. Sarà un importante momento di contatto tra le aziende italiane e i compratori stranieri e un’occasione per le aziende medio-piccole export-oriented di farsi conoscere. Per esempio, da mercati lontani, come quelli del Sud-Est asiatico, del Giappone, della Cina e del Sud America.Il programma prevede un’innovativa area dedicata alla diffusione delle certificazioni agroalimentari biologiche e religiose kosher e halal, e darà spazio ai prodotti senza glutine e surgelati. Di rilievo il forum interdisciplinare sulla sana nutrizione, utile per approfondire i temi legati a una sana e corretta alimentazione, oggi molto dibattuti.Altra novità sarà ‘Cibus nel Dettaglio’ un’iniziativa che ha l’obiettivo di valorizzare il dettaglio alimentare tradizionale e proporre allestimenti e assortimenti esemplari.Con il convegno ‘Alimentiamo le vendite ‘verranno anche presentate le realtà del travel retail (shopping in viaggio) con le testimonianze di aziende che lavorano in questo settore. Da non sottovalutare le ‘app’ nel campo della promozione e un convegno per migliorare la qualità di vendita nella grande distribuzione. Infine, come tutti gli anni verranno premiate le aziende estere che hanno rappresentato al meglio i prodotti Made in Italy.Troveremo anche una vera e propria enoteca nel contesto di ‘Cibus bollicine’ dedicata ai migliori vini italiani divisi in base alle zone di provenienza.Il programma è di certo ricco di manifestazioni interessanti, e ci auguriamo che questa iniziativa venga vista come trampolino di lancio per aziende minori e come possibilità tangibile per ampliare i mercati e cercare di risollevare la situazione economica critica di molte realtà locali.Per maggiori informazioni visita il sito www.cibus.it , troverai il programma dettagliato, gli orari, le aziende partner e le modalità di partecipazione!

Siciliana trasferita a Bologna per i tortellini e per il lavoro. Per Il Giornale del Cibo revisiona e crea contenuti. Il suo piatto preferito può essere un qualunque risotto, purché sia fatto bene! In cucina non devono mancare: basilico e olio buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *