Cucina irlandese: è il momento buono gustarla sul posto!

Redazione

Un grosso calderone oppure una piastra di ferro appesi al camino. Per secoli sono stati gli unici strumenti di cottura in Irlanda e da questi discende una cucina fatta di piatti a cottura dolce e prolungata. Dal calderone derivano le zuppe e soprattutto gli amatissimi stufati: l’irish stew, con agnello, cavolo cappuccio, patate, rape, porri e cipolle; il dublin coodle, con salsicce a tocchetti, pancetta, patate e mele; l’irish oxtail soup, la  zuppa di coda di bue, eccellente se ben fatta. Sulla grande piastra (griddle) sono nati il boxty bread, il delizioso pane di patate da mangiare appena tolto dalla griddle ben cosparso di burro; i boxty pancakes, focaccine di patate da mangiare in versione dolce, con burro e zucchero (o anche frutta) o salata con pancetta o pesce.  Il boxty è la patata grattugiata cruda e non entra solo nelle ricette che ho appena citato, ma anche nella confezione di gnocchi, pudding e altre preparazioni.  Recita una filastrocca per bambine: “Boxty on the griddle / boxty in the pan / if you don’t eat your boxty / you’ll never get a man”, (boxty sulla griglia / boxty nella pentola / se non mangi il tuo boxty / non troveri mai un uomo). Come è noto, l’Irlanda è stata sfamata dalle patate nei periodi di carestia, e ha saputo dimostarle tutta la sua riconoscenza, non solo con il broxty e l'irish potato soup. Il colcannon è fatto con patate bollite schiacciate, cipolla, cavolo cappuccio o verza lessati e prezzemolo. Simile è il champ, con patate bollite e affettate, cipolla e prezzemolo e burro, il tutto viene amalgamato con il latte come in una grossolana purea. Personalmente trovo deliziose (e le faccio spesso) le patate alla menta: le patate vengono bollite intere e con la buccia in una miscela salata di metà acqua e metà latte assieme a un mazzetto di menta. Poi vengono scolate, pelate e servite con burro e prezzemolo tritato. Si accompagnano con il soda bread, il pane lievitato col bicarbonato di soda cotto sia nel forno che sulla piastra. Pur essendo un’isola, l’Irlanda non ha mai preso in grande considerazione il pesce. Ma forse per il fatto di essere dirimpettaia della Francia ama le ostriche (le più pregiate sono quelle di Galway, sulla costa occidentale), ma anziché allo champagne vengono coerentemente abbinate alla birra. Ostriche e Guinness è un pasto tradizionale molto diffuso. Oltre alla cucina tradizionale, troverete una buona cucina creativa molto influenzata dalla francese. Per una buona cucina irlandese a prezzo contenuto vi consiglio un ristorante con il boxty nel nome, il Gallagher's Boxty House 20-21 Temple Bar Dublino D2. Per la cucina creativa: Chapter One 18-19 Parnell Sq., Dublin, Tel: 01-873-22-66, raffinato, caro ma buono.  

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi