aspargina

Asparagina

Adriana Angelieri


di Martino Ragusa

Asparagina è il termine con cui si possono intendere sia i turioni (germogli) prodotti dall’asparago selvatico, che crescono spontanei in primavera, sia quelli prodotti da un asparagiaia comune a fine produzione, quando la pianta non ha più le riserve necessarie a formare turioni grossi e riesce a produrre solamente asparagi piccoli e sottili. A contrario dei primi molto pregiati (più saporiti anche se leggermente più amarognoli), questi ultimi sono di qualità meno pregiata e vengono venduti ad un prezzo più basso. Sono adatti a risotti e frittate. Gli asparagi selvatici, abbastanza simili a quelli domestici sono sottili, nodosi, di colore più scuro e con un gambo più legnoso.

Guarda le ricette con l’asparagina: omelette all’asparagina selvatica,ricciola con asparagina, seppie e gamberi, tagliolini con l’asparagina, risotto con l’asparagina, mezze lune all’asparagina.

Siciliana trasferita a Bologna per i tortellini e per il lavoro. Per Il Giornale del Cibo revisiona e crea contenuti. Il suo piatto preferito può essere un qualunque risotto, purché sia fatto bene! In cucina non devono mancare: basilico e olio buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *