Anche se sei single, cucina per te!

Redazione

Mi piace cucinare, ma non per me. Per una persona sola non ne vale la pena!’. Troppo spesso sento ripetere questa frase e sempre con un forte rammarico.

Tra persone separate, divorziate, vedove, anziane, cuori solitari e studenti fuori sede, quelli che si nutrono in solitudine sono tantissimi e spesso vivono in condizioni psicologiche ed esistenziali svantaggiate.Non cucinare significa alimentarsi soprattutto o esclusivamente con salumi, formaggi, scatolette, pane in eccesso, cibi pronti e junk food di vario genere.Sono pasti monotoni, freddi, ipercalorici, sbilanciati, per niente consolatori e deprimenti dal punto di vista gastronomico. Se sei un persona sola, probabilmente hai delle difficoltà in più.

Almeno cucina per te, non fare il cornuto bastonato.

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi