affogato al caffe

Come fare un perfetto affogato al caffè, un dessert intramontabile

Monica Face
2

Indice

     

    Con l’arrivo del caldo viene sempre più voglia di gustare un bel gelato. Ho già avuto modo di darvi dei consigli per fare in casa il gelato senza gelatiera, ma oggi ho pensato di presentarlo in una versione che a me piace molto: l’affogato. Di tanto in tanto, la sera, mi piace gustare una coppa di gelato e, presa dalla golosità, lo “innaffio” con un pochino di caffè. Come vi ho raccontato parlandovi dei dolci al caffè, infatti, spesso aggiungo questo ingrediente per dare un tocco decisivo ai miei dessert.
    L’affogato al caffè è un dessert nato negli anni Cinquanta, quando bar e gelaterie hanno iniziato a diffondersi in Italia, diventando da subito un’icona al punto da essere poi esportato anche oltre confine. Il dolce ha poi assunto numerose declinazioni, e l’elemento liquido è stato declinato anche con il cioccolato fuso o attraverso una componente alcolica o, nella versione fruttata, dagli sciroppi. Ma tra tutti, il più popolare, resta senz’altro quello al caffè, sul quale oggi vorrei darvi dei suggerimenti insieme a tre differenti ricette per realizzarlo. 

    Affogato al caffè: 3 consigli per farlo a casa

    affogato al caffe homemade

    StartosXIII/shutterstock.com

    L’affogato al caffè si realizza con soli due ingredienti: il caffè e il gelato. Che ci vuole, direte voi? Di per sé, infatti, è molto semplice da preparare. Esistono però delle piccole accortezze da seguire per renderlo davvero speciale. Per questo, prima di suggerirvi delle ricette golose, ho pensato di soffermarmi su alcuni consigli che vanno dagli abbinamenti alla presentazione. 

    Il gelato: quale scegliere? 

    Un buon abbinamento per realizzare un affogato al caffè è quello di scegliere dei gelati alle creme. L’ideale è quella alla vaniglia, alla stracciatella o alla crema, ma può abbinarsi bene anche al cioccolato. Non sono da disdegnare anche alcune varietà di frutta secca come nocciola, pistacchio o mandorla. Da evitare, invece, la crema al caffè che darebbe un gusto troppo ridondante all’affogato: in questo caso, “affogatelo” con liquori o con topping al cioccolato. 

    Il bicchiere

    Come sapete, anche l’occhio vuole la sua parte. Per una presentazione d’effetto, proponete il vostro affogato in un bicchiere di vetro trasparente, meglio se alto e stretto: i colori del caffè e gli strati di crema si mostreranno in un bell’effetto visibile a occhio nudo. Non dimenticate in questo caso di avere a disposizione dei cucchiaini lunghi. In alternativa, le classiche coppe da gelato andranno benissimo, ma non disdegnate anche i bellissimi bicchieri da martini.

    La decorazione

    affogato al caffe decorazione

    musicphone/shutterstock.com

    Un buon affogato si completa con la decorazione: un ciuffetto di panna, della granella di nocciola, mandorla o pistacchio o, se proprio volete esagerare, delle piccole meringhe. La cosa fondamentale da ricordare è che la componente calda, ossia il caffè, deve essere aggiunta per ultimo, per evitare di sciogliere troppo il gelato.

    Tre ricette per fare l’affogato al caffè

    Ora che abbiamo visto alcuni consigli per realizzare un buon affogato, entriamo nel vivo e prepariamo tre ricette sul tema. Vi propongo, anzitutto, la tradizionale ricetta con due gusti di gelato innaffiati con il caffè bollente. Nella seconda versione, il caffè viene corretto con un amaretto, servito poi sul gelato arricchito con biscotti. Infine, un gelato al caffè fatto in casa affogato, in questo caso, da un bicchiere di liquore. 

    Affogato al caffè classico

    affogato classico

    asife/shutterstock.com

    L’abbinamento viene fatto con due gusti alle creme, vaniglia e nocciola, cui viene aggiunto del topping fondente colato e il caffè bollente a completare tutto. 

    Ingredienti per 4 persone

    • 4 tazzine di caffè
    • 4 palline di gelato alla vaniglia
    • 4 palline di gelato alla nocciola
    • q.b. di chicchi di caffè per decorare
    • 50 g di cioccolato fondente

    Procedimento

    1. Fate fondere il cioccolato fondente a bagnomaria e versatene un cucchiaio in ogni bicchiere. Cercate di farlo scivolare anche sui bordi, in modo da “sporcarli”  e creare così un bell’effetto con la trasparenza del vetro. 
    2. Preparate il caffè nella moka. Una volta pronto, lasciatelo nella moka senza zuccherarlo
    3. Sistemate in ogni bicchiere una pallina di vaniglia e una di nocciola. Versate il caffè bollente sul gelato e completate l’affogato con qualche chicco di caffè come decorazione

    Affogato al caffè alcolico con amaretti

    In questo caso, potete mescolare il liquore con il caffè prima di aggiungerlo alle creme  e completarlo con la croccantezza dei biscotti agli amaretti.

    Ingredienti per 4 persone

    • 4 tazzine di caffè
    • 2 bicchierini di liquore amaretto
    • 4 palline di gelato alla crema
    • 4 palline di gelato alla vaniglia
    • q.b. di biscottini amaretti

    Procedimento

    1. Preparate il caffè con la moka e lasciatelo nella stessa caffettiera per evitare che si raffreddi. 
    2. Sistemate le palline del gelato nei bicchieri. Versate il caffè bollente in una contenitore e aggiungete il liquore amaretto
    3. Mescolate bene e versatelo bollente sul gelato. Aggiungete i biscottini amaretti e servite subito. 

    Affogato alcolico con gelato al caffè

    affogato alcolico

    Anna_Pustynnikova/shutterstock.com

    Per ultimo, vi consiglio questo affogato a base di liquore. Se volete personalizzarlo al massimo, preparate il gelato al caffè in casa

    Ingredienti per 4 persone

    Per l’affogato

    • 8 palline di gelato al caffè
    • 4 bicchierini di nocino
    • q.b. di panna montata
    • 4 cucchiaini di piccole meringhe

    Per circa 250 g di gelato al caffè

    • 3 tazze di caffè  
    • 2 uova
    • 80 g di zucchero
    • 170 ml di panna

    Procedimento

    1. Preparate la moka con il caffè e lasciatelo riposare. 
    2. Mettete il contenitore per montare gli albumi in freezer per 10 minuti. Nel frattempo, dividete i tuorli dagli albumi e montate i primi con metà dello zucchero, meglio se con le fruste elettriche, di modo da ottenere un composto spumoso. Estraete il contenitore vuoto dal freezer e versatevi gli albumi montandoli a neve fermissima con il restante zucchero. 
    3. Montate la panna, ben fredda, e versatela in una capiente ciotola. Unite i tuorli e mescolate dall’alto verso il basso, per evitare che si smonti. Poi aggiungete anche gli albumi con la stessa modalità. In ultimo, versate il caffè e mescolate con movimenti delicati. 
    4. Trasferite il composto in un contenitore adatto, provvisto di coperchio, e ponetelo in freezer per almeno 3 ore, avendo cura di estrarlo ogni 45-50 minuti, per mescolarlo e poi metterlo nuovamente al freddo. 
    5. Prendete dei bicchieri trasparenti e sistemate il gelato al caffè in ognuno di essi. 
    6. Decorate con panna montata e, in ultimo, aggiungete la componente alcolica, ossia il liquore al nocino. Completate con piccole meringhe per decorare. 

     

    È venuta anche a voi voglia di fare un bell’affogato al caffè? In quale versione lo preparerete?

    Monica Face

    Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui "Di più"; "Di piùTv Cucina"; "RadioCorriere Tv"; "Onda Tv"; "Messaggero Tv". Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, "Che cavolo cucino, oggi?". Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, "perché è un ricordo d'infanzia e perché", dice, "quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane". Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, "perché altrimenti... il pasto non è finito".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *