zucchina

Zucchina

Redazione

Diciamocelo pure: un paio di zucchine in frigo all’ora di pranzo possono risolvere molto:  basta unirle a spaghetti, zafferano e un fiocchetto di burro et voilà un primo da signori. C’è del riso? In mezz’ora è pronto un ottimo risotto. E poi sono un impareggiabile contorno di carni e pesci, base per frittate e via cucinando.
Tra i banchi del supermercato le zucchine non mancano mai. Ma per noi del Giornale del Cibo, che da sempre predichiamo i vantaggi della stagionalità, le danze con le zucchine si aprono adesso.
Cotte o anche crude, con i pomodori e le patate sono tra gli ortaggi preferiti dagli italiani.  Le ricette sono tantissime, impossibile elencarle, molto più pratico rimandarti alle pagine del Giornale che ne raccolgono  più di 100!
Molto utilizzati in cucina sono anche i fiori delle zucchine che però vengono impropriamente (ma comunemente) chiamati “fiori di zucca”. Le ricette con i fiori le trovi qui!
Acquisto intelligente

Una zucchina biancaQuando acquisti le zucchine, scegli quelle più piccole, con la buccia lucida e la polpa soda. Queste caratteristiche indicano sia la freschezza che la gioventù del frutto, elementi indispensabili per essere sicuri di mangiare un prodotto eccellente. Quelli troppo grossi hanno una polpa più fibrosa e amara con grandi semi che possono risultare fastidiosi, quindi è meglio scartarli. Per pulirli basta lavarli e privarli delle due estremità. Terminata questa operazione, si procede al taglio. I tagli più comuni sono: a fette lunghe, a rondelle, a dadolata, in quarti e alla julienne. Una volta acquistate, si conservano in frigorifero fino a tre giorni. Si possono anche surgelare, ma è preferibile consumarli freschi.
Origini e descrizione

Un fiore di zucchinaLa zucchina (Cucurbita pepo L.) è il frutto (o bacca) di una pianta cespugliosa originaria dell’America centro-meridionale. Lo stelo ha grandi foglie espanse a forma di cuore, dai margini increspati, divise in più lobi da profonde insenature. Nel corso dell’estete si aprono i fiori, gialli e campanulati, commestibili, detti fiori di zucca. Il fiore di zucca o fiore di zucchino (chiamato anche fiorillo), dal colore giallo-arancione, è molto utilizzato in cucina, di solito viene fritto per ricavare piatti come i fiori di zucca ripieni.
I frutti, chiamati anche zucchini, sono generalmente cilindrici o tondeggianti, di forma variabile secondo le varietà; hanno una buccia di colore verde scuro con striature o punteggiature bianco-giallastre, oppure interamente colorati di verde chiaro o giallo; la polpa è sempre bianca, più o meno acquosa.

Varietà

Le zucchine tondeLe varietà sono davvero tante. Tra quelle allungate che sono le più diffuse nei nostri mercati troviamo: la Nera di Milano che ha una buccia scura e uniforme, la Bolognese, la zucchina di Faenza, la Fiorentina, chiara e striata, la Siciliana, leggermente piriforme e verde pallido, la Romanesca, con costole longitudinali e ricoperta da una sottile peluria e la Striata d’Italia, varietà tra le più coltivate.
Tra le tonde, ideali da fare ripiene, troviamo la Tonda di Piacenza, di colore scuro, la Tonda di Nizza, più chiara e appiattita e la Tonda di Firenze.
Continuiamo con la varietà Genovese, dall’aspetto allungato e tubolare con estremità leggermente rigonfie; le zucchine Sechio, dette anche centenarie, con forma a pera e aculei spinosi; la varietà Cookneck dalla buccia gialla e infine la Patisson, dalla forma lobata e gusto deciso.
Proprietà nutrizionali

Le zucchine sono ipocaloriche e perciò ottime per le diete a basso apporto calorico. Sono ricche di sali minerali e vitamina A e C.

di Martino Ragusa

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *