coltivare-la-zucchina

Coltivare la zucchina

Redazione

Una pianta di zucchina in un vaso

 

La zucchina ha il difetto di essere un po’ ingombrante, immediatamente minimizzato da straordinari pregi. Regala primizie di zucchine tenerissime e dolci. È generosa di frutti (se ben nutrita), è disponibile in molte varietà e poi, cosa importantissima, produce fiori in quantità per la gioia dei gourmet. Tutto questo senza contare il risparmio. Avete visto a quanto mettono le zucchine.

Nome botanico Cucurbita pepo. Fam. Cucurbitacee.
Terreno Richiede un terriccio fertile e ben drenato. Mescolate metà terriccio ricco di humus e metà terreno
di campo. Al tutto aggiungete il 20% di sabbia di fiume per sciogliere il terreno e drenarlo. In più, il 15% di stallatico terricciato.
Vaso Grande, di almeno 40 cm di diametro e altrettanti di profondità. Prima di riempirlo di terra, sistemate
sul fondo uno strato di un paio di centimetri di argilla espansa o lapilli vulcanici. Non mettete sottovaso; se proprio dovete, riempitelo di argilla espansa.
Nutrimento La concimazione durante la coltivazione è molto importante. In caso contrario, si penalizza la
produzione. Nutrite ogni 15-20 giorni con stallatico o concime organico biologico seguendo
le istruzioni riportate nelle confezioni.
Acqua Dategliene in abbondanza senza permettere che il terreno si asciughi tra un’irrigazione e l’altra.
Per lo stesso motivo è consigliabile pacciamare.
Esposizione Al sole.
Semina Consiglio di acquistare le piantine. Oppure seminate direttamente a dimora dalla fine di aprile
alla metà di maggio. Se avete spazio, riseminate dopo un mese per prolungare la stagione di raccolta.
Fate un solo buchetto di 2 cm nel centro del vaso e inseritevi 3 semi. Coprite e bagnate.
Dopo che le piantine saranno spuntate, tenete la più vigorosa.
Trapianto Trapiantate a maggio; ad aprile nelle regioni a clima caldo.
Cure Anche se lo fanno in pochi, piantate nel vaso 3 tutori, per esempio canne di bambù, e legatevi
i rami. In questo modo diminuirete l’ingombro ma favorirete anche l’insolazione. Vedrete che la produzione aumenterà.
Consociazioni Con ravanelli, insalate e spinaci.
Varietà Sono davvero tante: Nera di Milano, Bolognese, di Faenza, Fiorentina, Siciliana. Fra le tonde ricordo la Tonda di Piacenza, la Tonda di Nizza e la Tonda di Firenze. A chi ha poco spazio consiglio la varietà nana Baby Round.
Raccolta Le zucchine si raccolgono acerbe, sta a voi decidere quanto le volete tenere. Però non esagerate, perché se sono troppo giovani sono insipide. Una lunghezza minima è difficile da stabilire perché varia con la cultivar, diciamo che 12 cm può essere un buon limite inferiore.
Ciclo Annuale.

Tratto dal libro di Martino Ragusa Orto e Mangiato Sperling & Kupfer, 2012

di Martino Ragusa

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *