ristoranti cinesi milano

Ristoranti cinesi a Milano: quali sono gli indirizzi da provare?

Giovanni Angelucci
2

Indice

     

     

    Anche Milano ha la sua Chinatown, di certo tra le più autentiche e vive d’Italia. Qui la comunità cinese non ha solo saputo creare una scena gastronomica pregna di gusto e identità regionali, ma ha anche portato un business e un giro d’affari non indifferente. Per molti, se non per tutti, il vero cuore della Cina a Milano è la zona che ruota attorno a Via Paolo Sarpi.  Chi la visita può intraprendere davvero un viaggio dall’altra parte del pianeta… in realtà, però, la bandiera rossa asiatica si erge sulle insegne di molti validi locali anche altrove in giro per la città meneghina. Ecco alcuni ristoranti cinesi a Milano che vi consigliamo di provare e le specialità che potrete assaggiare.

    Ristoranti cinesi a Milano: ecco i nostri consigli

    Come immaginerete la tradizione gastronomica cinese è vastissima e caratterizzata da diverse cucine regionali: Anhui, Cantonese (dagli anni ’80 è la prima che si è diffusa in Italia), Fujian, Hunan, Shandong, Sichuan e Jiangsu. Dunque, andate oltre gli involtini primavera, le nuvolette di gamberi o il pollo alle mandorle, c’è un paese da scoprire… a tavola!

    Mu Dim Sum

    mu dimsum milano

    Facebook.com/MUDimSumMilano

    Luogo intimo, accogliente e di cultura. MU dimsum è la creatura di Suili Zhou, giovane imprenditrice, che insieme al marito Liwei Zhou (MU Fish di Nova Milanese) racconta la tradizione cinese in maniera vera e interessante, che va oltre la semplice cena. Aperto da mezzogiorno a mezzanotte, serve ravioli, bao e cheung fung anche nel pomeriggio, quando i fornelli di quasi tutti i ristoranti si spengono e le saracinesche si abbassano, secondo una visione del cibo e un senso di continuità tipicamente orientali. Ad accogliervi la squadra giovane e preparata capitanata dall’affabile maitre Egidio Giovannini che vi coccolerà esaltando la vostra esperienza. Potrete optare per il menù degustazione o scegliere tra gli innumerevoli piatti focalizzati soprattutto sulla proposta dei dim sum: gamberi, astice, pollo, anatra piccante e in brodo. Ma anche proposte a base di riso, pasta, una squisita anatra alla pechinese e un gustoso astice affumicato.

    Inoltre MU dimsum propone la sua bontà culturale anche a Torino, con un locale dedicato ai piccoli panini al vapore ripieni della tradizione: MU bao, ispirato allo street food di Hong Kong. Via Aminto Caretto 3 (angolo via Fabio Filzi).

    C-Style

    c-style milano

    Facebook.com/cstylemilano

    Piccante, pepata, speziata. In via degli Imbriani 1, tutta la tradizione dell’antica cucina del Sichuan nel nuovo ristorante dove si gustano, circondati da arredi e accessori interamente provenienti dalla Cina, i grandi classici della ricca gastronomia della provincia cinese. Si chiama C-Style (Chī 吃 vuol dire “mangiare” in cinese) e a occuparsi della cucina è uno chef di Cheng Du, il capoluogo del territorio, che offre combinazioni di cotture tipiche del territorio. Tra stufato di pesce con verdure sotto aceto, zampe di maiale, rane saltate in padella con pollo, testa di anatra e zuppe di ogni tipo, l’esperienza è garantita!

    Dim Sum

    dim sum milano

    Facebook.com/cstylemilano

    Dal 2013, Dim Sum porta a Milano la cucina cinese nella sua più alta espressione.

    Golosi dim sum di ogni tipo, più di trenta diverse tipologie a ingolosire un menù ampio e invitante. Anticipatori di questa moda,Yike Weng e Chiara Wang Pei, proprietari fondatori di Dim Sum, hanno deciso di servirli accompagnandoli con lo champagne invece che con il tè, scegliendo il Perrier Jouët come prodotto della casa. Tra i dim sum imperdibili compaiono il ripieno di manzo di Chianina ed erba cipollina e il Shao Mai con calamaro e sedano e nero di seppia a comporre l’impasto. Via Nino Bixio, 29.

    Gong

    gong milano

    Facebook.com/gongmilano

    Avevamo già parlato del ristorante Gong di Milano,  un meraviglioso luogo fatto di eleganza, ospitalità senza pari e cucina fusion di indiscussa qualità. Gong non è un ristorante prettamente cinese, mentre lo è la proprietaria Giulia Liu, che ha voluto arricchire la proposta milanese con una cucina in cui la cultura cinese incontra anche i saperi e sapori italiani lungo un filo conduttore tutto asiatico. Ambiente d’eccezione e squadra preparata per un percorso sensoriale sopraffino.

    Consigliato il menù degustazione per avere un’idea della cucina di Gong, insieme all’abbinamento dei vini provenienti da un’ampia carta; in alternativa c’è l’imbarazzo della scelta tra numerose proposte: non perdete i dim sum gourmet. Corso Concordia 8.

    Bon Wei

    bon wei

    Facebook.com/RistoranteBonWei

    Grande lavoro dietro l’apertura e la proposta di Bon Wei, un posto unico a Milano dove intraprendere un viaggio tra le 8 regioni gastronomiche della Cina che vengono presentate con attenzione e accuratezza. Ricerca quasi maniacale dietro un menù che dal 2010 vuole dimostrare come anche la cucina cinese possa essere di livello alto e non cadere sempre nei soliti luoghi comuni. Dunque un “fine dining cinese” a Milano con una carta regionale fondato da Yike Weng e Chiara Wang Pei (ora Dim Sum) con lo chef Zhang Guoquing che oggi, insieme figlio Zhang Le, gestisce Bon Wei. Iniziate con l’aperitivo a base di champagne Bruno Paillard (Brut o Rosé Première Cuvée) accompagnato da due diversi finger in crosta di tofu affumicato: uno di pancia di maiale, castagna d’acqua ed erba cipollina e l’altro con gambero grigio e pinoli. Iniziato il viaggio, lasciatevi guidare dalla squadra di Bon Wei tra i piatti divisi per carte regionali. Via Castelvetro 16.

    BA – Asian Mood

    ba asian mood milano

    Facebook.com/Baasianmood

    È uno dei tre ristoranti della famiglia Liu (insieme a Iyo e Gong). Marco Liu gestisce il ristorante dalla sua apertura nel 2011 con una cucina suddivisa in due parti: una dedicata alla preparazione dei dim sum e una ai piatti tradizionali. Si spazia fra ravioli alle capasante e astice allo zenzero senza tralasciare i capisaldi del gusto cinese in Italia con chicche come le zampe di gallina con soia nera fermentata dolce o l’insalata di medusa e cetrioli. Se volete fare un pranzo più veloce ma pregno di sapore allora potrete scegliere tra ventisette varietà di dim sum. Ad accompagnare un tè al gelsomino o un calice di vino tra l’ampia scelta. Via Carlo Ravizza 10

    Sono davvero tanti gli indirizzi di ristoranti cinesi a Milano, voi quali preferite? Diteci la vostra!

    Giovanni Angelucci

    Giornalista e gastronomo, collabora con numerose riviste e quotidiani che si occupano di cibo e viaggi tra le quali spiccano La Stampa, Dove e la Gazzetta dello Sport. I suoi piatti preferiti sono gli arrosticini (ma che siano di vera pecora abruzzese) e gli agnolotti del plin con sugo di carne arrosto. Dice che in tavola non può mai mancare il vino (preferibilmente Trebbiano Valentini o Barbaresco Sottimano).

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *