riciclare-la-verdura-in-cucina

Riciclare Le Verdure In Cucina

panemiele

Gli scarti di alcune verdure possono essere riutilizzati per preparare ottime (e versatili) salse di accompagnamento.

Primo passo: quali parti utilizzare?

  • Finocchi: foglie esterne e barbe;
  • Porri: tutta la parte verde;
  • Cavolfiori: foglie, cuore più duro; radicchi e verdure in foglia (cavoli cappucci, verze): foglie esterne o troppo dure;
  • Carciofi: foglie esterne (tagliare la parte più legnosa), gambi carnosi;
  • Zucchine: polpa con semi.

Secondo passo: come procedere?

Gli “scarti” vanno puliti, sminuzzati, rosolati in una padella con poco olio e poi fatti stufare a pentola coperta con poca acqua. Quando sono cotti si salano e si passano al mixer.

La crema così ottenuta (“mousseline”) si può usare:

  • spalmata su crostini;
  • per condire la pasta;
  • come accompagnamento di un risotto (a base della stessa verdura ma anche fatto con ingredienti assolutamente contrastanti: si distribuisce la crema sul piatto e vi si pone sopra il risotto);
  • con carni e pesci delicati;
  • amalgamata a panna montata e colla di pesce (o ricotta e agar agar, per i più salutisti) diventa una mousse da sformare nei piatti individuali come antipasto, e fare un figurone!

di panemiele

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *