riciclare biscotti secchi

4 idee semplici e golose per riciclare i biscotti secchi

Monica Face
2

Indice

     

    Capita anche a voi di trovarvi nella scatola tanti pezzetti di biscotti spezzettati che nessuno vuole? A casa mia capita, e così, di tanto in tanto, mi ritrovo a dover studiare un bel riciclo. Soprattutto, quando è ora di fare un po’ di pulizia nella dispensa, magari in vista di un viaggio, mi piace lasciare tutto in ordine: ecco allora che trovo il modo di utilizzare quello che c’è di ancora buono da consumare velocemente. Dopo avervi dato dei suggerimenti su come fare dei dolci con il pane raffermo, questa volta vediamo come riciclare i biscotti secchi.

    Riciclare i biscotti secchi: 4 facili ricette

    Che si tratti di frollini da latte, biscotti al cioccolato o insaporiti dalla presenza del caffè, potete scegliere quale tra le seguenti ricette fa al caso vostro: un salame al cioccolato, con una variante di nocciole; una cheesecake con base di biscotti e crema al pistacchio; un semifreddo alla nocciola con frollini al cioccolato e, per finire, una versione tutta bianca di tartufi al cocco. Ecco quindi 4 idee per riciclare i biscotti secchi. Pronti?

    Salame al cioccolato con biscotti e nocciole

    Probabilmente è uno dei ricicli più classici quando si tratta di biscotti. Mi fa venire in mente la ricetta di mia nonna, che spesso me lo faceva trovare come merenda o come dolcetto serale, se qualche volta andavo a dormire da lei. Essendo una ricetta del “riciclo”, veniva spesso modificata con quello che si aveva a disposizione in casa, ma quella che preferivo in assoluto era la versione alle nocciole

    Salame di cioccolato

    annokhotska/shutterstock.com

    Ingredienti per 4-6 persone

    • 230 g di biscotti secchi avanzati
    • 70 g di nocciole
    • 80 g di burro 
    • 100 g di zucchero a velo
    • 60 g di cacao amaro 
    • 30 ml di latte a temperatura ambiente

    Preparazione

    1. Per prima cosa dividete i biscotti, triturandone una metà molto finemente e spezzettando grossolanamente gli altri. Uniteli, quindi, tutti insieme in una ciotola. Aggiungete il cacao amaro setacciato con lo zucchero a velo. Tritate grossolanamente anche le nocciole.
    2. A parte, fate fondere il burro e unitelo al composto. Mescolate velocemente in modo da ungere i biscotti e poi versate il latte, continuando a girare. 
    3. Prendete un foglio di carta forno, versatevi il composto e dategli la forma di un salsicciotto. Avvolgetelo, chiudetelo bene e mettetelo in frigorifero almeno 3 ore.
    4. Trascorso il tempo, estraete dal frigo, fatelo riposare a temperatura ambiente per almeno 10 minuti, poi tagliate a fettine e gustate. Il salame di cioccolato si mantiene in frigo per 2 o 3 giorni, ben chiuso con la carta forno o la stagnola.  

    Cheesecake al pistacchio senza cottura

    Dopo il tiramisù, la cheesecake è forse il dolce estivo che preferisco, soprattutto nella variante cruda, perché mi consente di avere un dessert senza accendere il forno. Questa versione, la cui base è modificata per riciclare i biscotti secchi, ha una crema di formaggio dolce e di pistacchio. 

    Cheesecake con biscotti secchi e pistacchio

    juliya_levicka/shutterstock.com

    Ingredienti per 6-8 persone

    Per la base

    • 250 g di biscotti secchi di qualunque tipo
    • 120 g di burro

    Per la crema

    • 230 g di formaggio cremoso
    • 160 g di yogurt bianco 
    • 80 g di zucchero a velo
    • 12 fogli di colla di pesce
    • 75 g di panna fresca
    • 3 cucchiai di crema di pistacchio  
    • q.b. di granella di pistacchio per decorare

    Procedimento

    1. Tritate i biscotti secchi fino a renderli una farina. Metteteli in una ciotola e unitevi il burro fuso. Mescolate, trasferite in una tortiera con stampo a cerniera rivestita con carta da forno, livellate con un cucchiaio e poi mettete in frigo. 
    2. Nel frattempo, occupatevi della crema: mettete i fogli di colla di pesce a bagno in acqua fredda. In una ciotola, versate il formaggio, lo yogurt, lo zucchero a velo e mescolate tutto. Unite quindi anche la crema di pistacchio. 
    3. Prendete 20 grammi di panna e scaldate, senza farla arrivare al bollore. Strizzate i fogli di colla di pesce e uniteli, mescolando bene; appena si forma la gelatina, mettela insieme alla crema di formaggi, continuando a mescolare. Montate il resto della panna e aggiungetela mescolando delicatamente
    4. Estraete la base e versatevi la crema di formaggio e pistacchio, livellate e ponete in frigo per almeno 3 ore. Al momento di servire, decorate con la granella di pistacchi in superficie. 

    Semifreddo alla nocciola su base croccante

    Un mix croccante, realizzato con biscotti e nocciole, fa da base al semifreddo, altro dolce perfetto per la bella stagione perché da realizzare senza l’utilizzo del forno.

    Semifreddo biscotti e nocciola

    Iryna Melnyk/shutterstock.com

    Ingredienti per quanti 8 persone

    Per la base croccante

    • 300 g di biscotti secchi al cioccolato
    • 80 g di nocciole
    • 120 g di burro

    Per il semifreddo alla nocciola

    • 175 ml di panna da montare
    • 2 uova
    • 100 g di nocciole
    • 1 cucchiaio di crema al cioccolato spalmabile
    • 70 g di zucchero
    • q.b. di cacao amaro in polvere per decorare

    Procedimento

    1. Per prima cosa, sbriciolate finemente i biscotti e le nocciole con l’aiuto di un mixer. Trasferiteli in una ciotola e aggiungete il burro fuso. Mischiate fino a rendere omogeneo e trasferite in una teglia a cerniera, rivestita di carta da forno, livellando con il dorso di un cucchiaio. Mettete in freezer mentre preparate il semifreddo.
    2. Tritate le nocciole nel mixer molto finemente, fino a ridurle quasi in farina; versatele in un tegame e passatele sul fuoco con 50 grammi di zucchero e la crema al cioccolato per un paio minuti. Montate i tuorli con lo zucchero rimanente e aggiungetelo al composto di nocciole, girando spesso. 
    3. Montate gli albumi a neve fermissima e aggiungeteli al composto, mescolando dal basso verso l’alto. In ultimo, aggiungete la panna liquida e mescolate bene gli ingredienti. Spegnete, girate ancora e versate il composto sopra la base croccante di biscotti, livellate e ponete in freezer per almeno 2 ore. Al momento di servire, decorate con cacao amaro spolverizzandolo sopra. 

    Tartufi di biscotti e cocco

    Un altro modo per riciclare i biscotti in modo goloso è quello di creare dei tartufi. Solitamente preparati nella versione dark, dove il cioccolato fa da protagonista, in questa ricetta ve li proponiamo tutti bianchi grazie alla farina di cocco.

    Tartufi bianchi

    Viktor1/shutterstock.com

    Ingredienti per 8 persone

    • 500 g di biscotti secchi
    • 300 g di farina di cocco + altra per decorare
    • 300 g di zucchero a velo
    • 100 g di ricotta 
    • q.b. di latte

    Procedimento

    1. Per prima cosa, riducete i biscotti in farina. Metteteli in una ciotola, aggiungete la ricotta e lo zucchero a velo. Mescolate tutto e, infine, unite la farina di cocco. Se il composto appare troppo duro, versate un goccino di latte, ma poco alla volta per evitare di avere un impasto eccessivamente morbido. 
    2. Quando l’impasto sarà omogeneo, create delle palline prelevandone un pochino  e facendolo roteare nel palmo della mano. 
    3. Sistemate le palline in frigorifero, adagiatele su un vassoio. Dopo un’ora estraete e fatele roteare nella farina di cocco. Quindi, sistematele su un vassoio da portata e tenete ancora in frigo per almeno 1 ora. Al momento di servire, estraete dal frigo almeno 10 minuti prima

    Ora che avete letto queste ricette, state sperando che avanzino dei biscotti secchi nella vostra scatola per provare a realizzare qualche bontà, vero?

    Monica Face

    Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui "Di più"; "Di piùTv Cucina"; "RadioCorriere Tv"; "Onda Tv"; "Messaggero Tv". Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, "Che cavolo cucino, oggi?". Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, "perché è un ricordo d'infanzia e perché", dice, "quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane". Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, "perché altrimenti... il pasto non è finito".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *