Pane senza glutine: 3 ricette per prepararlo in casa

Luca Sessa

In questo ultimo periodo la confusione sulla celiachia regna padrona, ed un numero sempre maggiore di persone, pur non essendo allergiche o intolleranti al glutine, decide di eliminarlo dalla loro alimentazione, commettendo però un errore perché solo i celiaci dovrebbero rinunciarvi. Le aziende assecondano questo trend, inserendo la dicitura “non contiene glutine” anche sulle confezioni di cibi ed ingredienti che evidentemente non possono contenere questo elemento. In parole povere, si sta eccedendo con la demonizzazione del glutine.

D’altro canto, eliminarlo dall’alimentazione è una necessità per chi appunto è intollerante o allergico. Una delle ricette che è stata sottoposta a più rivisitazioni e interpretazioni è sicuramente quella del pane: l’assenza di glutine lo priva di quella caratteristica elasticità che è difficile realizzare con ingredienti alternativi, ma ormai l’utilizzo di farine specifiche consente di ottenere risultati soddisfacenti. Oggi vi parlerò di tre differenti farine, quella di mais, quella di riso e quella di quinoa, proponendo per ognuna di esse una ricetta per preparare un buon pane senza glutine.

Pane senza glutine: mais, grano saraceno e quinoa per prepararlo in casa

Farina di mais

È una farina ottenuta dalla macinazione del chicco del granturco, conosciuta nel nostro paese, in particolare nelle regioni del nord, soprattutto per la preparazione della polenta. Ha un sapore dolce,infatti è utilizzata anche per ricette dolci, e rustico, ed è possibile trovarla in tante varietà (bramata, fioretto, mais bianco). Ha la capacità di donare friabilità agli impasti ed è, per l’appunto, ottima se miscelata ad altre farine gluten free per preparare pani, pizze e dolci.

pane senza glutine farina mais

Pane con farina di mais

L’unione tra la farina di mais, quella di grano saraceno ed il mix gluten free ci permetterà di ottenere un pane fragrante e saporito.

Ingredienti

  • 300 g di mix pane
  • 120 g di farina di mais
  • 80 g di farina di grano saraceno
  • 350 ml di acqua tiepida
  • 10 g lievito di birra
  • 3 cucchiai di olio extravergine
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • q.b. sale

Procedimento

  1. Setacciate insieme le varie farine, versatele sul piano di lavoro e unite al centro l’olio extravergine e l’acqua tiepida, nella quale avrete precedentemente sciolto il lievito.
  2. Aggiungete un cucchiaino di zucchero, che favorisce la lievitazione, e lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo, unendo anche il sale poco prima di terminare la lavorazione.
  3. Lasciate lievitare per almeno 2 ore, o comunque fino a quando il pane non sarà raddoppiato di volume.
  4. Date la forma desiderata e stendetelo su una teglia rivestita con carta da forno, fate lievitare per 30 minuti quindi cuocete nel forno già caldo a 200 °C per circa 30 minuti.
  5. Sfornate, lasciate raffreddare e servite in tavola

Farina di grano saraceno

Il grano saraceno non è un cereale ma una pianta erbacea, in cucina però il suo utilizzo è simile a quello dei cereali. Originario dell’Asia, viene coltivato nel nostro paese in Valtellina e Trentino. Ricco di zinco, ferro e selenio, i suoi semi contengono il 20% di proteine. Non contiene glutine, e questa caratteristica lo rende adatto a chi soffre di celiachia o intolleranza.

pane senza glutine grano saraceno

Pane con farina di grano saraceno

La farina di grano saraceno, unita ad una farina gluten free, acqua, sale, lievito di birra ed olio extravergine consente di ottenere un ottimo pane.

Ingredienti

  • 400 g di farina gluten free
  • 100 g di grano saraceno
  • 280 ml di acqua
  • 50 ml di olio extravergine
  • 10 g di lievito di birra
  • 1 cucchiaio di sale

Procedimento

  1. Setacciate assieme la farina gluten free e quella di grano saraceno e disponetele sul piano di lavoro a fontana.
  2. Sciogliete il lievito nell’acqua, in una ciotola, e poi versate il tutto al centro della fontana di farina, amalgamando molto lentamente unendo anche 40 ml di olio extravergine.
  3. Lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo e lasciatelo lievitare per 2 ore o comunque fino a quando avrà raddoppiato il suo volume.
  4. Versate l’impasto sul piano di lavoro, tagliatelo in due parti uguali e formate due filoncini. Posizionateli su una teglia con carta da forno e lasciate lievitare per altri 45 minuti.
  5. Spennellate i filoncini con l’olio rimasto e cuocete in forno a 200 °C per circa 50 minuti, posizionando il pane per 10 minuti nella parte bassa del forno e poi nella parte centrale.

Farina di quinoa

Una farina che si può usare in purezza oppure insieme ad altre, come la quinoa ha un basso indice glicemico ed un gusto particolare che richiama quello dei legumi. Si può trovare in commercio anche in versione tostata e, in cucina, fondamentalmente viene utilizzata in ricette salate. Trova grandissimo impiego anche nella preparazione di pani.

pane senza glutine quinoa

Pane con farina di quinoa

Un pane diverso da quelli preparati in precedenza, morbido, quasi una brioche, grazie all’utilizzo del latte e delle uova.

Ingredienti

  • 200 g di farina di quinoa
  • 150 ml di latte
  • 10 g di lievito di birra
  • 2 cucchiai di olio extravergine
  • 2 uova
  • q.b. sale

Procedimento

  1. Scaldate leggermente il latte fino a farlo diventare tiepido e versatevi il lievito, per farlo sciogliere completamente.
  2. Sbattete i tuorli con una frusta elettrica o a mano, unite il latte con il lievito, l’olio extravergine, un pizzico di sale e la farina precedentemente setacciata.
  3. In un’altra ciotola, montate gli albumi ed uniteli delicatamente all’impasto.
  4. Preparate uno stampo con burro e farina (senza glutine), versate l’impasto, lasciate lievitare per 1 ora e cuocete a 180 °C per 45 minuti.

Tre differenti farine senza glutine per tre ricette di pani da preparare in casa. Ma è praticamente possibile preparare ogni ricetta nella versione gluten free, e visto che il Natale è alle porte, vi consiglio di leggere la ricetta del Panettone senza glutine”.

Luca Sessa

Nato a Napoli, vive e lavora a Roma come food writer e food blogger. Nel 2011 ha aperto il Food Blog "Per un pugno di capperi" che, nato per essere una vetrina dei suoi piatti, è diventato un luogo di confronto tra appassionati. Il suo piatto preferito è la Torta caprese perché: "amo il cioccolato ed è da sempre la torta del mio compleanno. Dice che in cucina non possono mancare la pasta, una padella ampia e la passione. Ha collaborato con Dissapore, iFood, Excellence, Scatti di Gusto ed ora scrive per The Fork.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi