ricette con kiwi

3 sorprendenti ricette con i kiwi tra dolce e salato

Luca Sessa

Collaboro con la redazione de Il Giornale del Cibo da quasi 3 anni e, dopo questa lunga attesa, ho finalmente l’opportunità di scrivere un articolo sui kiwi e quindi di poter raccontare “l’aneddoto degli aneddoti”. Avevo circa 10 anni quindi fecero il loro debutto in casa nostra: li scoprì mia nonna materna, dalla quale pranzavo ogni giorno dopo la scuola, al mercato e incuriosita da questo nuovo frutto li acquistò. Ricordo che allora, non essendo ancora coltivati nel nostro paese come avviene al giorno d’oggi (in particolare a Latina e provincia), avevano un costo davvero elevato, credo 1.000 o 2.000 lire cadauno. Ne conoscevo alcune caratteristiche, la provenienza e naturalmente il nome, e quindi potrete immaginare quanto io abbia riso, fino a sentirmi male, quando mia nonna, in tutta la sua tenerezza, li portò in tavola e mi disse: “Luca, mangia un KING”.
Frutto molto saporito, che passa da una forte asprezza se mangiato acerbo ad una grande dolcezza quando è maturo, viene prevalentemente utilizzato in cucina in ricette dolci e di confetture, ma oggi ho scelto di proporre ricette con kiwi anche salate, oltre ad una crostata vegana.

Ricette con kiwi: 3 idee da preparare in casa

Code di gamberi con kiwi ed ananas

Chi ha detto che i kiwi si possono utilizzare solo in ricette dolci? Ecco un interessante abbinamento con i gamberi per un secondo piatto sorprendente.

kiwi gamberi

Ingredienti

  • 8 gamberi
  • 2 kiwi
  • ½ ananas
  • 1 albume
  • q.b. semi di sesamo
  • q.b. aceto balsamico
  • q.b. olio extravergine
  • q.b. sale

Procedimento

  1. Sbucciate l’ananas e ricavatene 8 fettine sottili e cuocetele in forno a 180 °C per circa 20 minuti, adagiandole su una teglia rivestita con carta da forno.
  2. Dal resto dell’ananas ottenete dei cubetti, eliminando la parte centrale. Sbucciate e tagliate anche il kiwi a cubetti.
  3. Pulite i gamberi, eliminando la testa ed il carapace, ma lasciando la coda unita alla polpa. Passateli nell’albume precedentemente sbattuto con un pizzico di sale e poi nei semi di sesamo.
  4. Cuocere i gamberi per due minuti in una padella con olio extravergine caldo.
  5. Impiattate mettendo nel piatto prima la fettina di ananas, quindi, utilizzando  un coppapasta, versate i dadini di kiwi ed ananas. Infine ponete due code di gamberi su ciascuna tartare di frutta.
  6. Completate versando su ogni composizione qualche goccia di aceto balsamico.

Insalata di indivia, radicchio, finocchio e kiwi

Una fresca insalata ricca di ingredienti, resa particolare dalla presenza del kiwi, che regala una nota dolce.

insalata kiwi

Ingredienti

  • 2 kiwi
  • 2 carote
  • 1 cespo di indivia
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipollina
  • 1 finocchio
  • ½ cespo di radicchio
  • ½ limone
  • q.b. olio extravergine
  • q.b. aceto balsamico
  • q.b. sale
  • q.b. pepe

Procedimento

  1. Pulite le verdure, eliminando le foglie esterne dell’indivia e del radicchio,  affettando finemente tutto, compresi i finocchi e la cipollina.
  2. Lavate e sbucciate le carote e il sedano,  passate tutto alla mandolina per ottenere sfoglie sottili.
  3. Sbucciate il kiwi e tagliatelo a dadini, quindi versate tutti gli ingredienti in una capiente ciotola.
  4. Condite versando il succo del limone, alcune gocce di aceto balsamico, l’olio extravergine, sale e pepe. Amalgamate e servite.

Crostata vegana con i kiwi

La classica crostata di frutta in versione vegana, ricetta ideale per una colazione veg, quindi con ogni singolo elemento realizzato senza prodotti di origine animale.

crostata kiwi

Ingredienti

Per la frolla:

  • 250 g di farina 00
  • 125 g di margarina
  • 100 g di zucchero di canna
  • 1 limone

Per la crema:

  • 300 g di latte di soia
  • 60 g di zucchero di canna
  • 2 cucchiai di fecola di patate
  • 1 limone

Per la gelatina:

  • 50 g di acqua
  • 15 di zucchero
  • 3 g di amido di mais
  • Per la farcia:
  • 3 kiwi
  • 2 banane

Procedimento

  1. Disponete la farina a fontana sul piano di lavoro, versate al centro la margarina a temperatura ambiente e lo zucchero. Amalgamate gli ingredienti aggiungendo la buccia grattugiata del limone.
  2. Una volta ottenuto l’impasto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigo per circa 30 minuti.
  3. Preparate la crema versando in un pentolino la fecola e lo zucchero, unendo poco alla volta, e a fiamma bassa, il latte di soia, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno.
  4. Unite la scorza di mezzo limone, portate ad ebollizione e continuate a girare fino a quando la crema si sarà addensata. Togliete dal fuoco e fate raffreddare.
  5. Foderate con carta da forno una teglia circolare da 28 cm di diametro, stendete la frolla, bucatela con i rebbi di una forchetta per non farla gonfiare in cottura e cuocete a 180 °C per 35 minuti.
  6. Togliete dal forno, lasciate raffreddare e mettete su un piatto da portata. Versate al centro la crema pasticcera fredda ed uniformatela con una spatola.
  7. Sbucciate kiwi e banane, e decorate la crostata. Versate in un pentolino acqua, zucchero e amido a scaldare senza giungere al bollore, facendo sciogliere bene lo zucchero.
  8. Togliete dal fuoco, fate raffreddare e spennellate sulla frutta. Mettete in frigo per due ore circa e servite.

Se queste ricette vi hanno incuriosito, vi consiglio di leggere questo articolo per scoprire molte cose interessanti sulle proprietà dei kiwi, ad esempio che hanno poche calorie e molte caratteristiche benefiche!

Luca Sessa

Nato a Napoli, vive e lavora a Roma come food writer e food blogger. Nel 2011 ha aperto il Food Blog "Per un pugno di capperi" che, nato per essere una vetrina dei suoi piatti, è diventato un luogo di confronto tra appassionati. Il suo piatto preferito è la Torta caprese perché: "amo il cioccolato ed è da sempre la torta del mio compleanno. Dice che in cucina non possono mancare la pasta, una padella ampia e la passione. Ha collaborato con Dissapore, iFood, Excellence, Scatti di Gusto ed ora scrive per The Fork.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi