ricette cioccolata calda

Classica, bianca o speziata: 3 ricette per una cioccolata calda a regola d’arte

Monica Face
3

Indice

     

    Quando a febbraio inoltrato il freddo si fa ancora sentire, spesso mi piace passare la domenica pomeriggio in casa, in totale relax. Di tanto in tanto, poi, mi va di coccolarmi con qualcosa di dolce. Perfetta in queste occasioni una buona tazza di cioccolata calda, bevanda che apprezzo particolarmente in inverno. Ma non solo: perché passo le mie vacanze in montagna, dove il clima è fresco anche ad agosto, e quindi spesso la preparo anche in estate, al rientro dalla mie passeggiate. Insomma, ogni scusa è buona. Sperando di fare una cosa gradita, dunque, ho pensato di suggerirvi delle ricette per fare la cioccolata calda in casa, insieme a qualche trucco per farla venire eccellente. 

    5 trucchi per fare un’ottima cioccolata calda

    Liscia o densa, da mangiare o da bere: non esiste una ricetta giusta o una sbagliata. È semplicemente una questione di gusti: la cosa fondamentale è evitare la formazione dei grumi, non avere fretta e scegliere ingredienti di qualità. Ecco qualche trucco per preparare in casa una cioccolata calda da leccarsi i baffi.

    Cioccolato fondente meglio di bustine

    cioccolato fondente

    Sea Wave/shutterstock.com

    Alzi la mano chi non ha mai fatto una tazza di cioccolata calda con il preparato in bustina. Sì, lo confesso: l’ho fatto anche io. Niente di male, ovviamente, soprattutto se si aggiunge del buon latte e magari la si decora con panna montata. Ma questi prodotti contengono di solito una certa percentuale di zucchero e latte in polvere, che fanno sì che la cioccolata diventi particolarmente dolce. Per quanto comodi siano, io preferisco il cacao amaro in polvere o, meglio ancora, un tocco di cioccolato fondente spezzettato e fatto fondere. In quest’ultimo caso, la qualità con concentrazione di cacao al 70% è quella che preferisco, perché consente di avere un giusto grado di consistenza: superare questa percentuale, infatti, rischierebbe di rendere la bevanda  troppo amara, costringendovi, così, ad aumentare la quantità di zucchero.

    Per diluire, meglio latte o panna?

    C’è chi per diluire la cioccolata calda utilizza la panna che, tuttavia, oltre a essere molto più grassa, tende a coprire un po’ il sapore. Meglio usare il latte, preferibilmente intero, ma se siete intolleranti potete scegliere quello di soia, di riso o di mandorla, stando però attenti, in questo caso, a ridurre la quantità di zucchero. L’ideale è scaldare il latte senza arrivare a bollore e versarlo poi sul cioccolato fondente tagliato in pezzi e mescolando il tutto con una frusta. 

    Ingredienti segreti per la giusta densità  

    Se amate una cioccolata calda densa, di quelle che si possono gustare solo usando il cucchiaino, il suggerimento è quello di aggiungere un po’ di amido di mais o di maizena, setacciato con un passino e mescolato delicatamente con una frusta: quest’ultimo passaggio è fondamentale per evitare la formazione di grumi.

    Spezie e liquori

    cannella

    Parastayev Alan/shutterstock.com

    Terminata la preparazione della cioccolata calda, basterebbe versarla in tazza e gustarla così, ma gli amanti dei sapori decisi potrebbero scegliere di aggiungere alcune spezie: perfette in questo caso sono la vaniglia, la noce moscata, la cannella o l’anice stellato. Volete osare qualcosa di più? Unite un pezzetto di peperoncino o magari di zenzero durante la preparazione. Ovviamente, dovrete filtrarlo prima di metterlo in tazza ma il risultato sarà davvero sorprendente. Infine, se lo gradite, potete aggiungere un goccino di liquore, da quello al caffè, al Grand Marnier, fino al nocino, per dare una nota alcolica alla vostra cioccolata. 

    Panna e decorazioni

    I più golosi non rinunciano ad aggiungere ciuffi di panna montata ben ferma e fredda, per un piacevole contrasto con la cioccolata calda al palato. Comoda quella in spray, che tende, però, a smontarsi facilmente. Meglio quella liquida, montata al momento. 

    Ricette per la cioccolata calda: 3 preparazioni da leccarsi i baffi

    Ora che abbiamo visto quali sono i trucchi principali per realizzare una cioccolata calda a regola d’arte, vediamo tre ricette per realizzarla. Iniziamo con una versione classica, con panna montata, passando poi per una variante del tutto particolare con il cioccolato bianco, e per concludere una cioccolata speziata a base di cacao amaro: non vi sta venendo già l’acquolina in bocca?

    Cioccolata calda classica

    cioccolata calda panna

    Foxys Forest Manufacture/shutterstock.com

    In questa versione non ci si può sbagliare: fondente, latte e panna. Ecco il trio di ingredienti perfetti per una cioccolata calda.

    Ingredienti per 2 persone

    • 60 g di cioccolato fondente al 70%
    • 300 ml di latte fresco intero 
    • 2 cucchiaini di zucchero 
    • 2 cucchiai di amido di mais 
    • 100 g di panna fresca
    • q.b. di cacao amaro per decorare

    Procedimento

    1. Tritate grossolanamente il cioccolato fondente e sistematelo in un pentolino. A parte, fate scaldare il latte senza arrivare al bollore. Versatelo sul cioccolato mescolando con una frusta e, quando sarà completamente sciolto, setacciate l’amido di mais, girando delicatamente per evitare la formazione di grumi. 
    2. Unite lo zucchero e rimettete sul fuoco a fiamma dolce e fate cuocere fino a raggiungere la densità desiderata. A parte montate la panna a neve ben ferma. 
    3. Versate la cioccolata calda nelle tazze e, con un cucchiaio, sistemate un po’ di panna montata sulla superficie. Spolverizzate con cacao amaro e servite subito.  

    Cioccolata calda bianca con granella di pistacchio

    cioccolata bianco

    shutterstock.com

    Gli amanti del cioccolato bianco ameranno questa versione white con granella di pistacchio. 

    Ingredienti per 2 persone

    • 300 ml di latte
    • 10 g di zucchero (facoltativo)
    • 30 g di maizena
    • 100 g di cioccolato bianco
    • 25 g di granella di pistacchio 

    Procedimento

    1. Scaldate il latte senza portarlo a ebollizione e versatelo sul cioccolato bianco spezzettato. Girate con le fruste e aggiungete la maizena setacciata. Unite, se vi piace più dolce, anche lo zucchero, tenendo conto che il cioccolato bianco è già abbastanza dolce.
    2. Ponete sul fuoco a fiamma dolce e fate cuocere fino a raggiungere la densità desiderata. Versate nelle tazze e decorate con granella di pistacchio.

    Cioccolata calda speziata

    cioccolata calda speziata

    Timmary/shutterstock.com

    In questo caso, oltre al cioccolato fondente, utilizziamo anche un po’ di cacao amaro in polvere unito ad alcune spezie per creare più sapore. 

    Ingredienti per 2 persone

    • 50 g di cacao amaro in polvere
    • 40 g di cioccolato fondente 
    • 300 ml di latte intero
    • 20 g di amido di mais
    • 2 cucchiaini di zucchero
    • 1 stella di anice 
    • 1 stecca di vaniglia

    Procedimento

    1. Scaldate il latte e mettete la stecca di vaniglia e l’anice stellato in infusione; quindi, coprite fino a che non sarà totalmente freddo. Eliminate le spezie e scaldatelo nuovamente, poi versatelo in un pentolino dove avrete messo il cioccolato fondente spezzettato.
    2. Setacciate il cacao e l’amido di mais con un passino e unitelo, girando delicatamente per evitare la formazione dei grumi.
    3. Aggiungete lo zucchero e portate sul fuoco, facendo cuocere a fiamma dolce e girando continuamente, per almeno 5 minuti, o comunque fino a raggiungere la densità desiderata. Versate in tazza e gustate la cioccolata speziata ben calda.

    Che cosa ne pensate di queste ricette per gustare la cioccolata calda? State sperando che torni il freddo per poterle provare tutte? Scriveteci nei commenti quale versione preferite.

     

    Monica Face

    Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui "Di più"; "Di piùTv Cucina"; "RadioCorriere Tv"; "Onda Tv"; "Messaggero Tv". Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, "Che cavolo cucino, oggi?". Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, "perché è un ricordo d'infanzia e perché", dice, "quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane". Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, "perché altrimenti... il pasto non è finito".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *