Salsa al caramello dolce e salata

peppe57
La salsa al caramello è una preparazione a base di zucchero molto semplice da realizzare, che nella maggior parte dei casi viene utilizzata per guarnire dolci al cucchiaio soprattutto a base di latte, come la crème càramel o la panna cotta, che ben si sposano con il sapore leggermente amarognolo della salsa di caramello. La salsa al caramello salata è la variante ideata da mia madre che la utilizzava per condire lo sformato alle tre carni (maiale, vitello e pollo).
1 da 2 voti
Preparazione 2 h
Tempo totale 2 h
Portata Salse e condimenti
Cucina Italia
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

Per la salsa dolce

Per la salsa salata

Istruzioni
 

Per la salsa dolce

  • Un un tegame abbastanza ampio e dal fondo spesso, mettete a scaldare a fuoco basso lo zucchero semolato: il fondo spesso è utile per consentire di diffondere uniformemente il calore evitando di bruciare lo zucchero ancora prima che si caramelli.
  • In un altro pentolino, mettete a bollire l'acqua aggiungendo la bustina di vanillina. E' importante fare bollire l'acqua, poiché se la unite fredda al caramello, quest'ultimo, invece di miscelarsi con essa, si solidificherebbe in pochi secondi.
  • Quando lo zucchero si sarà caramellato raggiungendo la tipica colorazione bruna, unite direttamente nella pentola l'acqua in ebollizione e mescolate velocemente.
  • Togliete dal fuoco la salsa di caramello, mescolate brevemente e lasciate raffreddare.

Per la salsa salata

  • Procedete come per la salsa dolce, aggiungendo allo zucchero il rosmarino in polvere.
  • Quando lo zucchero si sarà caramellato raggiungendo la tipica colorazione bruna, unite direttamente nel tegame il brodo vegetale bollente e mescolate velocemente.
  • Unite il sale.
  • Togliete dal fuoco la salsa di caramello salato, mescolate brevemente e lasciate raffreddare.

Note

Consiglio di fare molta attenzione perché lo zucchero caramella a circa 140°, mentre l'acqua bolle a 100° gradi, quindi quando unirete l'acqua al caramello è molto probabile che la differenza di temperatura provochi qualche schizzo: proteggete quindi le mani e le braccia con un guanto o con un canovaccio asciuga piatti.