Pasta e fagioli alla sampiruota

peppe57
In Sicilia gli abbinamenti pesce-legumi non mancano. Una delle ricette più tradizionali è quella di seppie e piselli. Questa ricetta mi è stata suggerita anni fa da Donna Carolina, moglie e madre di pescatori, che vive a Sampieri e mi conosce sin da quando ero piccolo. è un piatto unico che coniuga perfettamente i sapori di terra e mare. La prima volta che l'ho preparato non m'è venuto granchè, forse perchè non avevo ben cotto il pesce. Poi, però, mi sono migliorato e devo dire che questa preparazione mi riesce particolarmente bene (anche se - in casi estremi - uso pesce congelato). Attesa la robustezza del piatto vi consiglio di berci un buon bicchiere di rosso strutturato (un Cerasuolo di Vittoria, ad esempio, o un Nerello Mascalese vinificato in purezza).
3.50 da 2 voti
Preparazione 2 h
Tempo totale 2 h
Portata Primi in brodo
Cucina Italia
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Per prima cosa tenete in ammollo per una notte intera i fagioli. Quindi cuoceteli nella maniera classica, preparando ve verdure e gli odori per il soffritto, aggiungendo i fagioli ed un po' della loro acqua, per poi farli cuocere fino a cottura piena.
  • Intanto che i fagioli cuociono, tagliate a piccoli pezzi il polpo, la seppia e il moscardino dopo averli ben puliti ed eviscerati. Fateli stufare in poco olio sale e pochissima acqua in maniera che rilasciando la loro acqua si ammorbidiscano, portandoli a metà cottura.
  • A questo punto pelate i pomodori, privateli dei semi e tagliateli a filetti. Quindi in una padella larga trasferite i pezzi di polpo, seppia e moscardino e metteteli a cuocere il olio caldo aggiungendo i filetti di pomodoro, il prezzemolo ed il peperoncino.
  • Dopo un po' unite le cozze e da ultimo i gamberi. Cuocete ora i cavatelli in abbondante acqua salata, scolateli a metà cottura, ed aggiungeteli alla minestra di fagioli, unite il pesce ed i frutti del mare e continuate la continuare la cottura per altri 5 minuti, lasciando che tutti i sapori si amalgamino bene.
  • Servire in ciotole individuali con un filo di olio crudo ed una spolverata di prezzemolo fresco tritato.
  • Suggerimento supplementare: Se siete dei puristi e su piatti a base di pesce bevete solo vino bianco (come alcuni miei amici cui ho proposto questa preparazione) vi consiglio di bere un Cirò Bianco calabrese.
  • Credetemi, si sposa benissimo con questo straordinario piatto.