spaghetti con le vongole

I “miei” spaghetti alle vongole

chella
Sono un mio vecchio cavallo di battaglia, tiro gli spaghetti 'a risotto', così l'amido della pasta si amalgama bene con il sughetto delle vongole e il tutto viene condito benissimo. Normalmente li preparo per il pranzo di sabato, ma questa non è una regola!
Nessuna valutazione
Preparazione 1 h
Tempo totale 1 h
Portata Primi asciutti
Cucina Italia
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Mettete le vongole a spurgare in abbondante acqua salata. Se non avete tempo fate così: riempite il lavello di acqua e lanciate le vongole una a una; se sono buone (e vive) fanno una bollicina, se son piene di sabbia si aprono e quindi le scartate.
  • In una padella sufficientemente ampia da contenere gli spaghetti crudi, fate scaldare l'olio, aggiungete gli spicchi d'aglio interi e leggermente schiacciati e fate rosolare.
  • Aggiungete le vongole e fatele aprire a fuoco vivace ma non troppo, in maniera tale che non risultino 'lessate' ma da non consumare troppa acqua.
  • Una volta raffreddate, togliete l'aglio e i gusci, lasciandone pochissimi (io ne calcolo non più di tre a piatto).
  • Riaccendete il fuoco e mettete gli spaghetti, aggiungendo un mestolo d'acqua caldissima e leggermente salata per volta, fino a quando gli spaghetti risulteranno cotti al dente.
  • Aggiungere l'acqua un poco per volta è molto importante per arrivare al giusto grado di cottura della pasta e nello stesso tempo non farla né troppo asciutta né troppo brodosa.
  • Aggiungere qualche fogliolina di timo mentre mescolate prima di servire. Volendo anche un po' di pepe nero macinato al momento.