Lidl fa la brava, ma solo in Inghilterra

Redazione

Nel Regno Unito l’obesità infantile è un problema socio-sanitario nazionale di grande importanza e per le mamme con figli al seguito, l’attesa nella zona casse dei supermercati diventa un momento di lotta con i bambini fatalmente attratti dai dolciumi strategicamente sistemati lungo questo passaggio obbligato.

Lidl, saggiamente, ha eliminato dolciumi, chewing-gum e cioccolato dalla zona delle casse dei suoi 600 supermercati britannici sostituendoli con frutta fresca, succhi di frutta e altri prodotti più sani. Ci hanno guadagnato anche le vendite, con un incremento del 20% di frutta e succhi. Brava Lidl! Sappi però che anche in Italia abbondano i piccoli over-size.  Secondo il sistema di sorveglianza Okkio alla Salute del Ministero della Salute, il 12% dei bambini delle scuole primarie (6-10 anni) è obeso, mentre il 24% è in sovrappeso.  Quanto agli altri supermercati, che aspettate a darvi una mossa sull’esempio di Lidl – UK?

Articolo di Martino Ragusa

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *