Leffe

Leffe Blond

Adriana Angelieri

il logo della leffe blonde

Forse non è noto a tutti, ma il Belgio a dispetto della piccola estensione territoriale è un vero gigante della produzione di birra: sono oltre 400 i tipi diversi prodotti nel suo territorio. Tra questi c’è la Leffe Blond, che pur non rientrando a rigore tra le birre d’Abbazia (ci vuole una gradazione alcolica di almeno il 7%, mentre la Leffe Blond si ferma al 6,6) può essere considerata una “entry level” per iniziare ad addentrarsi nell’affascinante mondo delle birre più ricercate. La Leffe Blonde ha una schiuma abbondante e un colore giallo dorato tendente all’ambrato. Pur non essendo proprio una birra leggera, è piacevole da gustare poiché la dolcezza del malto è ben equilibrata dalle sensazioni terrose del luppolo e dei lieviti.

 

Siciliana trasferita a Bologna per i tortellini e per il lavoro. Per Il Giornale del Cibo revisiona e crea contenuti. Il suo piatto preferito può essere un qualunque risotto, purché sia fatto bene! In cucina non devono mancare: basilico e olio buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *