Le zone di origine del Parmigiano Reggiano puntano all’Unesco

Redazione

E’ di questi giorni la notizia che le terre dell’Emilia Centrale e della Bassa Lombardia, dalle quali nasce l’eccellenza del Parmigiano Reggiano, ambiscono ad un prestigioso riconoscimento: entrare a far parte del Patrimonio culturale immateriale dell’umanità. La lista, istituita dall’Unesco a partire da 2001, sancisce l’importanza dei capolavori frutto di una cultura immateriale. Ne sono un esempio le antiche tradizioni locali tramandate di generazione in generazione come l’opera dei pupi siciliani, il canto a tenore dei pastori sardi e la dieta mediterranea.

azienda parmiggiano reggiano

L’iniziativa, nata dal Club Unesco di Reggio Emilia in collaborazione con il Consorzio del Parmigiano Reggiano, promuove la valorizzazione e la tutela delle zone di produzione del Parmigiano Reggiano. Un territorio ben circoscritto che comprende le attuali province di Parma, Reggio Emilia, Modena, i comuni alla destra del Po nella provincia di Mantova e quelli a sinistra del Reno nella provincia di Bologna. Luoghi millenari, ricchi di storia e cultura, il cui passato è intrecciato indissolubilmente alla tradizione del Parmigiano Reggiano. Le cronache narrano che fu proprio tra Parma e Reggio, che i Benedettini introdussero la produzione di quel formaggio a lunga stagionatura ad oggi conosciuto come Parmigiano Reggiano. Nessuno conosce la sua vera data di nascita, ma le sue origini risalgono ad un tempo lontano: la prima citazione letteraria risale al 1348 quando Boccaccio nel suo Decameron, raccontava di genti su una montagna di Parmigiano grattugiato che null’altro facevano se non  maccheroni e ravioli!

forma di parmigiano reggianoIl Parmigiano Reggiano è un’arte dalle lunghe radici: risultato della sapiente maestria dei produttori unita alle proprietà della sua terra. Sono le specifiche condizioni del luogo, come il tipo di terreno, i suoi allevamenti, e tutte quelle circostanze ambientali tali da permettere la produzione di un latte assai pregiato e differente da quello di zone limitrofe. E’ con questo biglietto da visita che le terre del Parmigiano Reggiano si presentano all’Unesco per divenire finalmente Patrimonio dell’umanità, un patrimonio da tutelare e conservare per le generazioni future.

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi