Le video interviste
di #Attualità

Le abitudini alimentari degli italiani nel Rapporto Coop 2021: intervista a Nomisma

Angela Caporale
2


Sostenibilità, digitale, salute. Sono queste le parole chiave che definiscono consumi e stili di vita degli italiani secondo quanto emerge dal Rapporto Coop 2021, presentato lo scorso 7 settembre. Ambizioso l’obiettivo di evidenziare non soltanto i trend e i cambiamenti in atto, ma anche di descrivere l’impatto della pandemia e del Covid-19 sulla vita dei cittadini e delle cittadine e sulle loro scelte alimentari. Tanti sono, infatti, i cambiamenti registrati, alcuni previsti come una sempre crescente sensibilità alla tutela dell’ambiente, altri che invece rappresentano delle sorprese, come la crescita del consumo di cibi a base vegetale.

Per saperne di più abbiamo intervistato Valentina Quaglietti, project manager di Nomisma e team leader nella cura del Rapporto.

Rapporto Coop 2021, la nuova normalità degli italiani a tavola

Redatto dall’Ufficio Studi di Ancc-Coop (Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori) con la collaborazione scientifica di Nomisma, il supporto di analisi di Nielsen e i contributi originali di  Gfk, Gs1-Osservatorio Immagino, Iri Information Resources, Mediobanca Ufficio Studi,  Npd, Crif, Tetra Pak Italia, il Rapporto Coop è un prezioso strumento che consente di fotografare e misurare in dati i trend e i cambiamenti delle abitudini degli italiani.

L’impatto del Covid-19 si fa sentire e sembra aver modificato le priorità degli italiani che, nel complesso, sono ottimisti riguardo al futuro e hanno chiari i valori a cui far riferimento. In primis, salute e sostenibilità, oggi priorità per la maggioranza degli intervistati che, aggiungono, sono pronti a prendersi più cura del loro benessere e di quello dei propri cari.

Altrettanto rilevante è la diffusione degli strumenti digitali. Nell’intrattenimento, nello shopping e anche nel cibo, si sente forte la presenza di strumenti, app e piattaforme che attraverso il web portano a casa prodotti che prima si potevano consumare soltanto fuori. Scopriamo di più dalle parole di Valentina Quaglietti. 

Innovazione e sostenibilità, dunque, sono elementi che ormai fanno parte della quotidianità degli italiani e ne descrivono anche il futuro. Un domani in cui la spesa cambierà radicalmente e sarà sempre di più vegetale e sostenibile: nel paniere, secondo gli italiani, ci saranno sicuramente i prodotti a base di alghe e a base di insetti, guardati con sempre più curiosità come ci ha raccontato anche chef Davide Rizzoli di Mini’s Food.

 

Il cambiamento c’è e si sente, anche al palato.

 

Passaporto friulano e cuore bolognese, Angela vive a Udine dove lavora come giornalista freelance. Per Il Giornale del Cibo scrive di attualità, sociale e food innovation. Il suo piatto preferito sono i tortelloni burro, salvia e una sana spolverata di parmigiano: comfort food per eccellenza, ha imparato a fare la sfoglia per poterli mangiare e condividere ogni volta che ne sente il bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *