Altro

Farina Di Tumminia

La farina di Tumminia è l’ingrediente principale per la preparazione del Pane Nero di CastelVetrano. La farina di Tumminia è ancora ottenuta mediante l’impiego di antichi mulini a pietra naturale che si trovano nella città di Castelvetrano, nota per il parco archeologico di Selinute.

Fagiolo Di Sorana Igp

di Gallonero. In un piccolo fazzoletto di terra (circa dieci ettari) arrampicato sulle colline di Pescia (PT) e, chiamato la Svizzera Pesciatina, viene coltivata una particolare qualità di fagioli, che grazie ad un microclima tutto particolare, presenta delle caratteristiche organolettiche uniche. Il fagiolo di Soprana o piattellino come viene chiamato localmente, bianco di forma irregolare,

Vastedda Cu’ Sammucu

di Martino Ragusa. A Troina (Enna) Giuseppe Cantagallo prepara nel forno a pietra la vastedda ‘cu sammucu, una focaccia veramente unica nel panorama delle sue consorelle perché farcita con toma fresca, fette di salame e fiori di sambuco che ne ricoprono anche la superficie. È una delizia da non perdere! Troverete anche gli ‘nfasciatieddi biscotti

Farina Manitoba (canada)

di Paolo Degiovanni. La farina manitoba è una farina di grano tenero (Triticum aestivum) del Nord America di ottima qualità. Questo tipo di farina prende il nome dalla vasta regione di Manitoba, in Canada, che a sua volta trae origine dall’antica tribù indiana che l’abitava. Viene definita una farina forte per distinguerla da altre farine

porchetta-di-ariccia

Porchetta Di Ariccia

di Martino Ragusa. Le porchette che si vedono ad Ariccia, sembrano elementi scenografici per un film ambientato nell’Antica Roma, e in realtà i romani erano grandi mangiatori di una porchetta pressoché uguale a quella che mangiamo oggi, pare che Nerone ne fosse ghiottissimo. Gli ingredienti sono sempre quelli: un maialino di sessanta/settanta chili, sale, pepe,

tartufo-di-norcia

Tartufo Di Norcia

di Martino Ragusa. Cosa non si fa per la gola! Avevo previsto di visitare il “cuore verde d’Italia” quando è più verde, in primavera. Invece ho fatto di tutto per riuscire ad arrivare in Umbria in inverno, quando di verde ce n’è poco ma è possibile godersi il tartufo nero pregiato di Norcia fresco, appena

caviale-italiano

Caviale Italiano

di Martino Ragusa. In Franciacorta, il territorio in provincia di Brescia a sud del Lago d’Iseo, potete trovare un caviale rigorosamente italiano. E’ prodotto proprio in provincia di Brescia, a Viadana di Calvisano, dall’Agroittica Lombarda. Il caviale si chiama Calvisius ed è ottenuto dallo storione bianco (White Sturgeon) allevato a ciclo completo. Gli storioni nascono

lardo-di-colonnata

Lardo Di Colonnata

di Debora. Il lardo di Colonnata, antico borgo Apuano, è uno dei salumi più apprezzati al mondo. Un tempo era consumato soprattutto dai cavatori e considerato un alimento povero. Solo da pochi anni ha ottenuto il riconoscimento di marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta). La sua produzione ha origini antichissime, addirittura secolari. Una leggenda narra che

pizza

Pizza

di GataLoca. Della data di nascita della pizza napoletana – quella col pomodoro – poco si sa… Nel 1830 abbiamo la prima data certa, storicamente controllabile, della nascita di una pizzeria a Napoli (sotto l’Arco di Port’Alba, a Piazza Dante… che oggi, purtroppo ristrutturata, è stata trasformata in ristorante)… ma tornando indietro nel tempo, e

aceto-balsamico-di-modena

Aceto Balsamico Tradizionale Di Modena Dop

di Martino Ragusa. Per raccontarvi cosa sia l’aceto balsamico dovrò fare un appello speciale alla vostra attenzione. È una storia un po’ complicata, ma se pensate che una boccetta da 100 cc con in etichetta il termine “aceto balsamico” può costare da 2 a 70 euro, capite che l’argomento può interessare sia il vostro palato