mostaccioli molisani

Mostaccioli e “caragnoli”: i dolci di Natale molisani 

Erica Di Cillo
2

Indice

     

    Dagli struffoli napoletani allo zelten trentino, dalle cartellate pugliesi al panone di Bologna, fino ai ricciarelli toscani: non c’è Natale senza dolci tradizionali. Ogni regione italiana ne ha di tipici (e sono tutti uno più buono dell’altro!), e nonostante spesso siano fatti con ingredienti semplici, quasi “poveri”, si rivelano ricchi di gusto. In Molise, per esempio, troviamo i mostaccioli, che hanno un impasto al cacao e sono ricoperti di cioccolato, oppure i caragnoli e le rose, fritti e poi ricoperti di miele, e altre preparazioni. In questo articolo vi racconteremo quali sono alcuni dei dolci di Natale molisani e come prepararli, con le ricette di Marilena Marra della pasticceria Mama Bakery di Larino.

    mostaccioli senza copertura

    shutterstock.com

    Dolci di Natale molisani, tra miele, ceci e cioccolato

    Il Natale in Molise è sinonimo di fritto, e i dolci non fanno eccezione. Accanto a panettoni e pandori, sulla tavola delle Feste trovano posto diverse specialità tipiche, preparate in casa o dal forno/pasticceria di fiducia. Sia i caragnoli (nome italianizzato dalla forma dialettale, che cambia leggermente nei vari paese della regione) che le rose (conosciute come rosacatarre) sono cotti in frittura e successivamente ricoperti di miele, un po’ come accade per gli struffoli. Ci sono poi i cacioni (cavciun) ripieni di un impasto a base di cacao amaro e ceci: anch’essi vengono fritti e possono essere ricoperti di zucchero a velo, una volta raffreddati. I mostaccioli sono invece cotti al forno come normali biscotti e ricoperti di cioccolato fondente. Sembrano molto invitanti, vero? Vediamo allora insieme come preparare alcuni di questi dolci.

    La ricetta dei mostaccioli 

    Dolci tipici della tradizione di molte regioni italiane (ci sono, ad esempio, i mustazzolos sardi), i mostaccioli sono forse i preferiti dei bambini durante le feste di Natale. Ecco la ricetta per prepararli: ricordate che la copertura, tradizionalmente di cioccolato fondente, può essere fatta anche con quello al latte, gianduia o addirittura bianco, a seconda delle vostre preferenze.

    Ingredienti

    • 500 g farina 00
    • 300 g zucchero
    • 30 g cacao amaro
    • 1/2 bicchiere di olio extravergine d’oliva
    • q.b. di acqua calda
    • 100 g granella di mandorle
    • 1 cucchiaino di cannella
    • ½ cucchiaino di chiodi di garofano
    • ½ cucchiaino di noce moscata
    • 10 g ammoniaca per dolci
    • q.b. di scorza d’arancia
    • 700 g cioccolato fondente (per la copertura)

    Procedimento

    1. In una terrina, mescolate tutti gli ingredienti. Dopo aver creato un impasto omogeneo, lavoratelo sulla spianatoia. Mettete l’impasto in frigo per almeno un’ora.
    2. Spianate l’impasto (circa 1 cm di altezza) e tagliate dei rombi. Cuoceteli in forno a 180 °C per 30 minuti.
    3. Lasciate raffreddare i biscotti, poi sciogliete a bagnomaria il cioccolato. Sistemate i biscotti su una grata da forno o su un altro supporto e ricopriteli con il cioccolato fuso. Fate raffreddare.

    La ricetta delle rose  

    rose di natale

    Foto di Erica Di Cillo

    Le rose ricordano le cartellate pugliesi, altro tipico dolce delle feste natalizie, ma in Molise sono ricoperte di miele e non di vincotto. Anche se gli ingredienti sono molto semplici (farina, uova, zucchero), la preparazione richiede un po’ di esperienza e di manualità per dare al dolce la sua forma tipica.

    Ingredienti

    • 250 g farina
    • 1 uovo
    • 1 tuorlo
    • 2 cucchiai di olio
    • 50 g zucchero
    • 1 bicchiere vino bianco o liquore aromatico
    • zucchero a velo o miele per decorare

    Procedimento

    1. Impastate la farina con l’uovo, il tuorlo, l’olio, lo zucchero e il vino. Formate una palla e lasciate riposare l’impasto per 30 minuti.
    2. Tirate la sfoglia molto sottile, con il mattarello o con la macchina per la pasta. Utilizzate la rotella dentata per tagliare delle striscioline lunghe e lavoratele nella forma caratteristica del dolce, chiudendole a canestro e pizzicando l’impasto ogni due centimetri circa.
    3. Friggete i dolci nell’olio bollente e scolateli su della carta assorbente.
    4. Guarnite le rose con del miele o con lo zucchero a velo.

    La ricetta dei “caragnoli” 

    L’impasto di questi dolci è uguale a quello delle rose, ma la forma è diversa, poiché per realizzarli si utilizza un fuso. Ecco come si preparano.

    Ingredienti

    • 250 g farina
    • 1 uovo
    • 1 tuorlo
    • 2 cucchiai di olio
    • 50 g zucchero
    • 1 bicchiere vino bianco o liquore aromatico
    • zucchero a velo o miele per decorare

    Procedimento

    1. Impastate la farina con l’uovo, il tuorlo, l’olio, lo zucchero e il vino. Formate una palla e lasciate riposare l’impasto per 30 minuti.
    2. Tirate la sfoglia molto sottile, con il mattarello o con la macchina per la pasta. Per realizzare i caragnoli avrete bisogno di un bastoncino di legno, tondo e lungo 20-25 cm. Tagliate la sfoglia a strisce larghe mezzo centimetro e lunghe almeno il doppio rispetto al bastoncino. Avvolgete la prima striscia a elica attorno a una estremità del bastoncino, fino a ricoprirne i due terzi. Con la parte restante di pasta, unite le due estremità, poi sfilate delicatamente il bastoncino.
    3. Friggete i dolci nell’olio bollente e scolateli su della carta assorbente.
    4. Guarnite con del miele o con lo zucchero a velo.

     

    Conoscete i dolci di Natale molisani? Quali sono quelli tipici delle vostre regioni? Raccontatecelo nei commenti.

    Erica Di Cillo

    Erica è nata in Molise ma da undici anni vive a Bologna, dove lavora come web writer, social media e content manager freelance. Il suo piatto preferito sono le polpette, perché prepararle la mette di buonumore. Nella sua cucina non devono mancare la salsa di soia e un wok per saltare le verdure e organizzare al volo una cena.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *