come fare il soffritto

Trucchi in cucina: 5 dritte per fare il soffritto perfetto

Ilaria De Lillo

È un classico della cucina italiana, la base del ragù, dello spezzatino, delle verdure stufate e dei risotti. Parliamo del soffritto, il mix di cipolla, carota e sedano in padella che dà un particolare aroma alle nostre ricette, esaltandone i sapori naturali. Eppure, come ogni classico della cucina, richiede attenzione e cura nella preparazione, perché sbagliando anche un singolo passaggio, un soffritto fatto male cambia il sapore della ricetta.

Cosa sarebbero le sarde in saor veneziane senza un soffritto preparato a puntino? E il sugo della lasagne bolognesi? Sembra facile (del resto è la prima cosa che le nonne insegnano a preparare quando i nipoti stanno per lasciare casa!), ma ci sono mille e una combinazioni errate nelle quali possiamo incorrere. Per non deludere i loro insegnamenti cadendo in errori grossolani, ecco come fare il soffritto che tutte le nonne vorrebbero.

Come fare il soffritto perfetto in 5 mosse

soffritto di verdure

1. La scelta del recipiente

Quante volte le verdure si sono attaccante al fondo della pentola? Per portare a regolare cottura il soffritto è necessario munirsi di una padella antiaderente con i bordi abbastanza alti da impedire che gli ingredienti schizzino fuori ed evitare di dover poi raschiare le verdure.

2. Il fondo della padella: olio, burro o margarina?

Dilemma amletico per molti: il soffritto si prepara con olio rigorosamente extra vergine d’oliva, sia per il suo sapore inconfondibile, sia perché genuino. Quanto basta però, non occorre eccedere nelle dosi: regolatevi misurando un cucchiaio d’olio per quante persone sono a tavola. Una volta versato nella padella, non va fatto preriscaldare, altrimenti si vanificano le proprietà salutari del nostro olio, ma a freddo sarà poi portato a cottura a fuoco medio.

3. Come selezionare le verdure?

verdure soffritto

In base al sapore che si vuole ottenere dal soffritto selezioneremo le nostre verdure. Alcuni preferiscono lo scalogno, altri la cipolla, altri entrambi o il porro: per dare un gusto delicato e sapido al punto giusto, universale per risotti, sughi e pesce, scegliete le cipolle, che devono essere piccole e compatte (preferibilmente le dorate). Le carote meglio se novelle, così da ammorbidirle in minor tempo durante la cottura. Il sedano va curato nella pulizia: lavatelo dai filamenti, eliminate un centimetro della parte iniziale e tagliatelo a striscioline prima in lunghezza, poi in larghezza.

4. Come tritare gli ingredienti?

Gli ingredienti vanno tritati finemente, in modo da ottenere un soffritto dal sapore più delicato, quasi impercettibile, che lasci al sugo o al brasato solo l’autentico sapore.

Sicuramente è uno strumento comodo e veloce, ma mai usare il mixer per sminuzzare le verdure: il calore sprigionato dalla rotazione delle lame altera il sapore degli ingredienti e durante la cottura lo percepirete. La classica grattugia o il coltello per i più abili vanno bene, l’importante è che la fase della tritatura venga fatta manualmente.

5. Cottura

Mentre stufate le verdure nell’olio dolcemente, girate con continuità in modo da far amalgamare bene il tutto.

Troppo o troppo poco, per quanto tempo? Regolatevi osservando il colore e la consistenza della cipolla: quando sarà dorata e morbida, quasi da sciogliersi in bocca, il soffritto è pronto.

Tutto chiaro? Siete pronti a fare il soffritto perfetto per dare il giusto sapore ai vostri piatti?

Ilaria De Lillo

Nata a Foggia, vive a lavora a Bologna. Per il Giornale del Cibo scrive di approfondimenti, eventi e scuola di cucina. Il suo piatto preferito sono le polpette al marsala di nonna Francesca, perché “più che un piatto sono un correlativo oggettivo di montaliana memoria: il profumo di casa, le chiacchiere con papà, la dolcezza di mamma che prepara da mangiare, le risate con mia sorella e i cugini. Insomma, un tripudio di ricordi ed emozioni a tavola”. Per lei in cucina non possono mancare gli ospiti, “altrimenti per chi cucino?”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi