come-cucinare-alla-brace

Brace: Come Cucinare Alla Brace

Redazione

Se è destinato alla brace, il pesce va pulito ma non squamato. Va salato prima della cottura e sistemato in una griglia a libro che sia già stata riscaldata sulle braci.
Al contrario della carne, alcune qualità di pesce possono essere marinate in un salmoriglio (vedi specchietto in fondo al testo) e bagnate con questo durante la cottura. Le qualità più pregiate vanno preferibilmente grigliate nature, cioè senza aggiunta di nient’altro che non sia il sale. Infine, meglio proteggere alcuni pesci di lenta cottura o di carni particolarmente delicate passandoli nel pane grattugiato condito con prezzemolo tritato, sale e pepe. In tal caso, se i tratta di pesci con squame, vanno squamati.
Il pesce va grigliato a temperatura bassa, perciò badate di iniziare la cottura quando le braci sono già ricoperte di cenere e regolate la distanza della griglia ad almeno 20 cm dalla brace. Per i tempi di cottura resta valida la regola dei 10 minuti ogni 2 cm di spessore nella parte centrale del pesce, girando il pesce a metà cottura.

Ecco uno specchietto con le indicazioni generali.
Calamaro. Impanatoorate
Cernia in trance. Nature o con salmoriglio di olio, capperi, limone, prezzemolo, sale e pepe
Coda di rospo (o rana pescatrice). Nature
Mazzancolla. Impanata
Occhiata. Nature
Orata. Nature
Pagello. Nature
Palamita in trance. Con un salmoriglio di olio, limone, prezzemolo, sale e pepe
Pesce spada in trance. Con qualsiasi dei salmorigli descritti in questo specchietto
Razza. Impanatascampi
Ricciola in trance. Marinatela in un salmoriglio di olio, limone, prezzemolo, sale e pepe
Rombo. Nature
Sarago. Nature
Sardina. Nature
Sardone. Nature
Scampo. Nature
Sgombro. Prima di arrostirlo marinatelo per 1 ora in un salmoriglio di olio, sale, pepe, limone e origano
Sogliola. Impanata
Suro. Va trattato come lo sgombro
Totano. Impanato

Come vedete, se avete voglia di fare una grigliata mista avete solo l’imbarazzo della scelta. Idem se avete voglia di un piatto trionfale.

di Martino Ragusa

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi