pagello

Pagello

Redazione

pagelli

Caratteristiche

Pesce appartenente alla famiglia degli Sparidi, presenta un corpo allungato, leggermente schiacciato sui lati, ricoperto di grosse squame e con un’unica pinna dorsale, molto lunga, e una codale. Generalmente di colore rosso-argento sul dorso, via via più chiaro fino ad arrivare al ventre. Esistono, tuttavia, tre specie di questo esemplare: il fragolino, ovvero il pagellus erythrinus, che ha un muso appuntito e una colorazione tendenzialmente più rossa, tale da renderlo distinguibile dal dentice e dal pagro; il pagello bastardo, altrimenti detto pagellus acarne, caratterizzato da un’evidente macchia nera sulla pinna pettorale e da una forma più assottigliata, rispetto al primo; infine l’occhialone o pagellus centrodontus, che la macchia nera l’ha all’inizio della linea laterale.

Come riconoscere se è fresco

Le branchie devono essere di colore rosso, la carne, come nella maggior parte dei pesci, soda e la pelle lucida.

Dove si pesca

Mediterraneo centrale ed occidentale e Atlantico orientale sono i mari dove si trova il pagello, pesce che vive fino a 300 metri di profondità, preferibilmente in fondali rocciosi o fangosi.

Come si usa in cucina

Tutte le tre specie di pagello, dal punto di vista culinario, sono simili tra loro e la qualità è media. Tuttavia, potendo scegliere, si consigliano il fragolino e l’occhialone, le cui carni risultano essere più fini. Sono, comunque, pesci adatti ad essere cotti al forno, alla griglia, lessati, cotti in umido col pomodoro, nonché marinati in bianco.

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *