alimenti ricchi di vitamina e

Vitamina E: dove si trova e perché fa bene?

Elena Rizzo Nervo

Dopo avervi parlato della vitamina B12, utile per il funzionamento del sistema nervoso e per la formazione dei globuli rossi e del potassio, che favorisce muscoli e cuore, oggi vogliamo scoprire la vitamina E, contenuta soprattutto nei cibi di origine vegetale. Per cui, in particolare se soffrite di disturbi cardio-circolatori, potrebbe interessarvi leggere il nostro articolo, dove vi racconteremo perché è importante questo nutriente e quali sono gli alimenti ricchi di vitamina E.

L’azione protettiva della vitamina E

vitamina e alimenti

Si tratta di un nutriente conosciuto anche come tecoferolo, dal nome di uno dei suoi principali composti, ed è indispensabile per l’uomo. Infatti, la vitamina svolge diverse azioni:

  • potente ruolo antiossidante che protegge i tessuti e contrasta i radicali liberi
  • protegge le membrane cellulari dall’ossidazione
  • è cardioprotettiva, migliora la circolazione e diminuisce il rischio di ictus e infarto
  • limita e contrasta i danni causati dall’inquinamento.

Fabbisogno e carenza

La quantità giornaliera raccomandata di vitamina E è di circa 10 mg al giorno, tuttavia è difficile sviluppare una carenza in quanto questo nutriente, a differenza di quanto avviene con la vitamina B1, tende ad accumularsi con scorte nell’organismo, soprattutto nel fegato, per cui un deficit può essere causato solo da un malassorbimento. I neonati, invece, non avendo depositi di vitamina E, possono sviluppare una carenza con conseguente anemia e problemi ai danni della vista e della circolazione.

Ma la vitamina E dove si trova? Germe di grano e oli vegetali di semi sono tra le fonti principali, ma vediamo insieme tutta la lista degli alimenti che la contengono.

Alimenti ricchi di vitamina E

La vitamina E negli alimenti è abbastanza comune e diffusa, soprattutto in quelli vegetali. Ecco la nostra lista:

  • semi (girasole, canapa, mais, ecc.)
  • olio di arachidi
  • olio di mais
  • olio di girasole
  • olio extravergine di oliva
  • olio di fegato di merluzzo
  • olio di cocco
  • germe e crusca di frumento
  • mandorle
  • anacardi
  • pinoli

arachidi vitamina e

  • nocciole
  • olive
  • cereali, in particolare riso
  • avocado
  • anguilla
  • latticini
  • tarassaco
  • frutta
  • verdura, in particolare spinaci, cime di rapa, pomodori, broccoli, asparagi.

È utile ricordare che il contenuto vitaminico si riduce ad alte temperature, quindi la frittura o altri processi di cottura lunga possono diminuirne l’apporto. Per lo stesso motivo, si consiglia, infine, di tenere gli alimenti ricchi di vitamina E lontani dal calore e dalla luce diretta del sole.

Se cercate una ricetta con un buon contenuto di questo nutriente, perché non provate con la crostata di spinaci novelli, quinoa e ricotta? Contiene alimenti ricchi di vitamina E…ed è buonissima!

Elena Rizzo Nervo

Elena è nata a Bologna, dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo si occupa di attualità, nutrizione e alimentazione e illegalità alimentare. Il suo piatto preferito é il Gateau di Patate, "perché unisce gusto e semplicità e conquista tutti". Per lei in cucina non può mancare una bottiglia di vino, "perché se c'è il vino c'è anche la compagnia..."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi