Le triglie fritte mi hanno sempre provocato un sussulto di gioia. Un piatto semplice e buonissimo (come avviene quasi sempre con ricette di facile esecuzione che rispettano i sapori delle materie prime). Che lo mangiassi in casa o al ristorante, questo piatto non ha mai tradito le attese: la bontà del pesce impreziosita dalla golosità del fritto. Ma le triglie sono tanto altro, non solo questa versione tradizionale e molto diffusa nel nostro paese. Ideali per un ragù, buonissime con il pomodoro, daranno un tocco in più al vostro menù. Vediamo insieme 3 golose ricette con le triglie.

Triglie ricette: 3 idee con un pesce di stagione

Spaghetti al sugo di triglia

spaghetti triglie ricette

Ingredienti

  • 320 g di spaghetti
  • 4 triglie (da circa 200 g l’una)
  • 4 pomodorini ciliegini
  • 1 spicchio d’aglio
  • semi di finocchio
  • olio extravergine
  • sale q.b.

Procedimento

  1. Pulite le triglie, squamandole, sfilettandole e spinandole utilizzando un’apposita pinzetta d’acciaio, quindi tagliate i filetti a cubetti.
  2. Scaldate a fiamma bassa in una padella alcuni cucchiai di olio extravergine e versate lo spicchio d’aglio in camicia, i pomodorini (precedentemente lavati con acqua corrente e tagliati a metà), i cubetti di triglia, un pizzico di sale e qualche seme di finocchio.
  3. Cuocete per qualche minuto il condimento, nel frattempo cuocete anche gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente ed uniteli al ragù di triglia.
  4. Mantecate velocemente, togliete dal fuoco e servite gli spaghetti con alcuni cucchiai di ragù ed un filo di olio extravergine a crudo.

Triglie alla livornese

triglia alla livorneseIngredienti

  • 12 triglie
  • 150 g di passata di pomodoro
  • 75 g di farina
  • 1 spicchio di aglio
  •  ½ cipolla bianca
  • prezzemolo q.b.
  • alloro q.b.
  • vino bianco secco q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Procedimento

  1. Pulite le triglie, eviscerandole, squamandole, lavandole con acqua corrente e asciugandole con carta assorbente da cucina.
  2. Passatele nella farina e friggetele in una padella dai bordi alti con olio extravergine caldo.
  3. Aggiungete un pizzico di sale, mezzo bicchiere di vino bianco secco, mezza cipolla bianca tritata finemente al coltello, lo spicchio d’aglio, una foglia di alloro ed il pepe nero macinato fresco.
  4. Cuocete a fiamma medio-bassa per far addensare il fondo di cottura, poi unite la passata di pomodoro e fate cuocere per qualche minuto a fiamma bassa coprendo con un coperchio.
  5. Terminata la cottura aggiungete il prezzemolo tritato e servite.

Triglie allo scoglio

triglia fritta

Ingredienti

  • 12 filetti di triglie
  • 20 asparagi
  • 1 zucchina
  • 1 pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • farina
  • olio extravergine
  • sale
  • pepe bianco

Procedimento

  1. Pulite gli asparagi eliminando la parte dura del gambo, quindi lessateli in acqua bollente, scolateli e raffreddateli con acqua corrente fredda.
  2. Scaldate in una padella 2-3 cucchiai di olio extravergine, unite lo spicchio d’aglio e quando sarà divenuto dorato eliminatelo.
  3. Versate gli asparagi, il pomodoro e la zucchina tagliati a dadini, mescolate il tutto, aggiustate con un pizzico di sale e pepe e cuocete per circa 10 minuti.
  4. Versate in un piatto la farina, un pizzico di sale ed uno di pepe, ed infarinate le triglie.
  5. Scaldate in una padella l’olio, friggete le triglie, ritiratele quando risulteranno dorate su entrambi i lati ed asciugatele con carta assorbente.
  6. Versate in un piatto da portata le verdure saltate in padella, adagiateci sopra i filetti di triglia, completate con un filo di olio extravergine e servite.

Un primo piatto, una ricetta della tradizione, una preparazione estiva: tre modi per valorizzare le triglie, che potreste però preparare in tanti altri modi, ad esempio al cartoccio.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Luca Sessa

Nato a Napoli, vive e lavora a Roma come analista dati per Wind. Nel 2011 ha aperto il Food Blog "Per un pugno di capperi" che, nato per essere una vetrina dei suoi piatti, è diventato un luogo di confronto tra appassionati. Il suo piatto preferito è la Torta caprese perché: amo il cioccolato ed è da sempre la torta del mio compleanno. Dice che in cucina non possono mancare la pasta, una padella ampia e la passione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata