Albicocca, pesca o pera”: era questa fondamentalmente la scelta per quel che riguardava i succhi di frutta quando ero piccolo. Al bar mi trovavo sempre dinanzi a questo bivio tra albicocca e pesca, perché la pera la scartavo subito. Il motivo? Non amavo i “semini” che sentivo nel succo di pera, quei semini che per anni mi hanno di fatto tenuto lontano da questo frutto.
L’età adulta porta consiglio, ed ora mangio con molto piacere le pere che, tra l’altro, in cucina sono davvero sorprendenti, poiché possono essere utilizzate anche in molte ricette salate. Oggi vi propongo 3 ricette con le pere: un antipasto, un piatto unico e l’immancabile torta.

Ricette con le pere: 3 piatti da provare a casa

Bignè roquefort e pere

bigne pere gorgonzola

Ingredienti

per la pasta choux:

  • 125 ml di acqua
  • 75 g di farina 00
  • 60 g di burro
  • sale
  • 2 uova

per la mousse di roquefort:

  • 100 g di roquefort
  • 100 g di panna
  • 50 g di burro
  • 3 g di gelatina in fogli

per le pere caramellate:

  • 2 pere kaiser
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • 5 noci sgusciate

Procedimento

  1. In un tegame dai bordi alti e dal fondo spesso portate a ebollizione l’acqua, il burro ed un pizzico di sale. Quando comincia a bollire togliete dal fuoco e versate rapidamente la farina mescolando con un cucchiaio di legno.
  2. Rimettete sul fuoco, riportate a bollore e, sempre mescolando, fate cuocere finché il composto non si staccherà dalle pareti sfrigolando leggermente. Togliete il tegame dal fuoco, fate intiepidire ed incorporate al composto le uova; versatele con molta precauzione, a filo, mescolando di continuo in modo che si amalgamino perfettamente all’impasto.
  3. Al termine si otterrà una pasta morbida come una crema. Riempite con il composto una sac a poche e, spremendola sopra la piastra del forno imburrata, formate delle palline grosse come una noce distanti 3 cm circa l’una dall’altra.
  4. Mettete in forno a 200 °C per 15 minuti circa. Staccate i bignè dalla piastra quando si saranno raffreddati.
  5. Mettete in un pentolino la panna, il burro ed il roquefort tagliato a pezzi. Scaldate a fiamma bassa ed amalgamare, fino ad arrivare alla temperatura di 85 °C.
  6. Togliete dal fuoco e versate nel contenitore del minipimer, aggiungendo la gelatina precedentemente ammorbidita in acqua fredda per 10 minuti circa. Frullate, versate in una ciotola e mettete in frigo.
  7. Sbucciate le pere, tagliare in 4 eliminando la parte centrale quindi tagliarle in pezzi molto piccoli, e versatele in un pentolino con lo zucchero. Cuocete a fiamma bassa, fino a quando lo zucchero sarà completamente sciolto ed avrà assunto una consistenza gelatinosa. Togliete dal fuoco e versare in una ciotola.
  8. Tagliate i bignè a metà nel senso della larghezza, farciteli con un cucchiaino di pere caramellate, quindi con la sac a poche aggiungete la mousse di roquefort (montata con le fruste una volta tolta dal frigo), quindi completate con la noce sgusciate e, una volta chiuso il bignè con la metà superiore, versate sopra un po’ di zucchero liquido.

Strudel pancetta e pere

strudel di pere

Ingredienti

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 150 g di pancetta arrotolata
  • 1 pera kaiser
  • 1 uovo
  • olio extravergine
  • pepe

Procedimento

  1. Stendete il rotolo di pasta sfoglia (tolto dal frigo qualche minuto prima del suo utilizzo), e copritelo con le fettine di pancetta.
  2. Sbucciate la pera, tagliatela a fettine e successivamente in pezzetti, da mettere sulla pancetta. Completate il condimento con il pepe ed un filo d’olio extravergine.
  3. Chiudete la sfoglia come uno strudel e passate l’uovo sbattuto sulla parte superiore, quindi mettete in forno (già caldo) a 180 °C per 25 minuti.
  4. A cottura ultimata, togliete dal forno, lasciate freddare per qualche minuto e servite, magari accompagnato da un’insalata o dei pomodori tagliati a pezzetti e conditi con olio extravergine, sale ed origano.

Torta pere e cannella

torta pere e cannella

Ingredienti

  • 300 g di farina 00
  • 150 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • 3 pere kaiser
  • 3 uova
  • 1 cucchiaino di cannella
  • zucchero a velo

Procedimento

  1. Mettete in una capiente ciotola la farina e lo zucchero, e mescolate con una spatola. A parte rompete le uova in un tegame e sbattetele leggermente. Aggiungete le uova alla farina e lo zucchero, ed aiutandovi con la spatola (o con le fruste elettriche) amalgamate il tutto.
  2. Nel frattempo sciogliete il burro in un pentolino, a fiamma bassa. Aggiungete il burro fuso, poco alla volta, all’impasto lavorato in precedenza, e mettete anche la cannella in polvere.
  3. L’impasto risulterà diverso da quello solito che si ottiene per preparare un dolce. Avrà una certa consistenza ed elasticità, che permetteranno ai pezzetti di pera di non scendere tutti sul fondo della torta. Sbucciate le pere e tagliatele in piccoli pezzi, e aggiungeteli all’impasto.
  4. Preparate una teglia con burro e farina e versate l’impasto. Mettete nel forno già caldo a 180 °C per 35 minuti. Spolverate con un po’ di zucchero a velo.

Grande versatilità per ricette sorprendenti: il modo migliore per sfruttare al meglio il potenziale di un prodotto presente in questa stagione sulle nostre tavole. Altre idee? Eccone una in questa golosa ricetta.

 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Luca Sessa

Nato a Napoli, vive e lavora a Roma come analista dati per Wind. Nel 2011 ha aperto il Food Blog "Per un pugno di capperi" che, nato per essere una vetrina dei suoi piatti, è diventato un luogo di confronto tra appassionati. Il suo piatto preferito è la Torta caprese perché: amo il cioccolato ed è da sempre la torta del mio compleanno. Dice che in cucina non possono mancare la pasta, una padella ampia e la passione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata