ricette con il pesto

Dalle lasagne alla frittata: 4 gustose ricette con il pesto

Monica Face
2

Indice

     

    Adoro il pesto alla genovese e mi piace prepararlo in casa anche se, lo ammetto, non lo faccio con il tradizionale mortaio ma con i più moderni frullatori. Inizialmente lo usavo solo per condire la pasta, come le linguine o le trofie, ma in seguito ho imparato ad apprezzarlo e utilizzarlo come l’ingrediente in grado di arricchire e insaporire diverse pietanze. Ecco perchè oggi ho pensato di proporvi delle ricette a base di pesto alla genovese.

    4 ricette con il pesto genovese

    Il pesto alla genovese, salsa a base di basilico, parmigiano e pinoli, può diventare il protagonista di una lasagna vegetariana, il condimento di un piatto fresco come il farro, la marinatura perfetta per un piatto di straccetti e, infine, trasformare una semplice frittata in un piatto unico a tutti gli effetti. Vi sta venendo l’acquolina in bocca? Ecco le ricette!

    pesto alla genovese

    Antonio Gravante/shutterstock.com

    Lasagna al pesto

    La preparo spesso al posto della tradizionale lasagna con ragù: arricchita con patate lesse e mozzarella, la cucino il giorno prima e la ripasso al forno fino a creare una croccante crosticina. Il successo è garantito!

    Ingredienti per 8 persone

    Per la lasagna

    • 300 g di pasta per lasagne
    • 200 g di pesto alla genovese
    • 250 g di mozzarella
    • 3-4 patate
    • q.b. di parmigiano

    per la besciamella

    • 80 g di burro
    • 80 g di farina
    • 800 ml di latte
    • sale

    Procedimento

    1. Per prima cosa, occupatevi della besciamella: fate fondere il burro in un pentolino dal doppio fondo, unite la farina setacciata e mescolate energicamente per prepare il roux. A parte, scaldate, senza farlo bollire, il latte e poi versatelo nel roux a filo, girando con una frusta. Fate cuocere a fiamma dolce fino a che la besciamella si sarà addensata e aggiungete un pizzico di sale. In questa preparazione vi consiglio di non aggiungere la noce moscata visto che la besciamella sarà poi unita al pesto e che darà un sapore deciso.
    2. Lessate le patate, sbucciatele e schiacciatele con l’apposito strumento, conditele con un po’ di pesto. Tagliate la mozzarella a dadini.
    3. Occupatevi ora della lasagna: fate bollire abbondante l’acqua, lessate due o tre sfoglie di pasta per volta, scolatele al dente e immergetele in una ciotola di acqua fredda per fermare la cottura. Poi scolatele e sistematele su un canovaccio pulito. In una ciotola versate il pesto e diluitelo con un paio di mestoli di besciamella.
    4. Prendete una teglia da forno, versate un paio di mestoli di besciamella e adagiatevi sopra la pasta: condite con un bel po’ di pesto, aggiungete le patate schiacciate, la mozzarella, il parmigiano e chiudete con altra besciamella. Proseguite con i vari strati, facendo attenzione a distribuire uniformemente gli ingredienti, in particolare agli angoli.
    5. Giunti all’ultimo strato, versate due o tre cucchiai di pesto sulla pasta, stendendolo in modo tale da coprire tutta la superficie; quindi aggiungete abbondante parmigiano.
    6. Fate cuocere a 180° C per 25 minuti o comunque fino a quando sulla superficie non si sarà formata la crosticina. Sfornate la lasagna al pesto e fate riposare almeno 10 minuti prima di servire a tavola.

    Farro al pesto con pachino e scaglie di parmigiano

    insalata di farro con pesto

    svariophoto/shutterstock.com

    Se con l’arrivo della primavera si ha voglia di un piatto più leggero, eccone uno fresco e insaporito dal gusto deciso del pesto.

    Ingredienti per 4 persone

    • 300 g di farro perlato
    • 150 g di pesto alla genovese
    • 8-10 pachino
    • scaglie di parmigiano
    • un mazzetto di rucola
    • 8-10 olive nere
    • q.b. di sale

    Procedimento

    1. Per prima cosa, sciacquate il farro e lessatelo in abbondante acqua salata. Cuocetelo, scolatelo e fatelo raffreddare: quindi, conditelo  con il pesto. Mescolate bene e fate insaporire.
    2. Aggiungete i pachino, lavati e tagliati a metà. Tagliate il parmigiano in scaglie e unite tutto al farro. Denocciolate le olive, tagliatele grossolanamente e mettetele nel farro. In ultimo, lavate e asciugate la rucola. Aggiustate di sale e mescolate per fare in modo che tutti gli ingredienti si insaporiscono. Servite il farro al pesto a temperatura ambiente o tiepido.

    Rondelle di frittata al pesto con mozzarella

    Una frittata condita con il pesto e la mozzarella, tagliata in rondelle e ripassata in forno con il parmigiano: un piatto unico da leccarsi i baffi… e pure le dita!

    Ingredienti per 4 persone

    • 6 uova
    • 100 ml di latte
    • 50 g di parmigiano grattugiato
    • 100 g di pesto alla genovese
    • 150 g di mozzarella
    • q.b. di sale
    frittata con pesto

    Evgeniya863/shutterstock.com

    Procedimento

    1. In una terrina capiente rompete le uova e sbattetele fino a renderle spumose. Aggiungete il sale, il latte, il parmigiano e continuate a mescolare fino a che il composto non sarà omogeneo.
    2. Prendete una teglia da forno rivestita con apposita carta forno, versatevi il composto e fate cuocere a 180° C per circa 20-25 minuti, fino a che la superficie non sarà dorata.
    3. A cottura ultimata, estraete e fate raffreddare. Ricoprite la superficie di pesto, poi aggiungete la mozzarella tagliata a fettine, arrotolate e chiudete con la carta forno. Fate riposare in frigo per almeno 15 minuti.
    4. Eliminate la carta e tagliate il rotolo in rondelle. Disponetele nuovamente su una teglia coperta da carta forno, decorate con poco parmigiano e infornate a 150° C per 10-12 minuti, quel tanto che basta per sciogliere il formaggio in superficie. Servite le rondelle di frittata al pesto tiepide.

    Straccetti di carne al pesto

    Oltre che per condire primi piatti, il pesto è ottimo per marinare la carne, come vi propongo in questa ricetta degli straccetti di manzo.

    Ingredienti per 4 persone

    • 500 g di straccetti di manzo
    • 8-10 pomodorini
    • 200 g rucola
    • 80 g di pesto
    • mezzo succo di limone
    • 1 cipolla rossa
    • q.b. di olio di oliva extravergine
    • q.b. di sale
    • q.b. di pepe
    pesto

    Olya Detry/shutterstock.com

    Procedimento

    1. Per prima cosa, sbucciate e affettate la cipolla e fatela rosolare con un filo d’olio in una padella. Aggiungete gli straccetti e fate cuocere per cinque minuti, salando e girando a metà cottura. Poi, togliete la carne dal tegame e sistematela in una ciotola.
    2. Nella padella dove è rimasto il fondo di cottura, versate il pesto, fatelo insaporire mescolando per qualche minuto e aggiungetelo agli straccetti.
    3. Lavate i pomodori, tagliateli a metà. Lavate la rucola e sminuzzatela grossolanamente. Unite questi due ingredienti alla carne e girate ancora.
    4. A parte, preparate un’emulsione con mezzo succo di limone, un cucchiaio di olio, sale e pepe. Versate questa salsina nella ciotola e continuate a mescolare facendo insaporire tutti gli ingredienti. Servite gli straccetti al pesto tiepidi.

     

    Che cosa ne dite di queste ricette a base di pesto alla genovese? Avevate mai pensato di usarlo come condimento oltre alla tradizionale pasta?

    Monica Face

    Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui "Di più"; "Di piùTv Cucina"; "RadioCorriere Tv"; "Onda Tv"; "Messaggero Tv". Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, "Che cavolo cucino, oggi?". Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, "perché è un ricordo d'infanzia e perché", dice, "quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane". Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, "perché altrimenti... il pasto non è finito".

    One response to “Dalle lasagne alla frittata: 4 gustose ricette con il pesto”

    1. Stefania says:

      Ciao Monica, bellissime ricette, grazie! Visto che dici che il pesto lo prepari con il frullatore, ci vuoi suggerire come fare? A me una volta viene bene, una volta viene nero, non ho ancora capito cosa fa la differenza…

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *