baccala-in-zimino
Pesce

Baccalà in zimino

Dario Pierazzuoli
  • Difficoltà: 1
  • Costo: 1
  • Preparazione: 1
  • Dosi: 4

Oggigiorno quando si dice Baccalà, si parla di Toscana. E’ entrato a far parte della tradizione toscana e si trova con estrema faciltà in tutti i mercati del pesce cittadini, da Firenze a Pisa, a Livorno, etc…
Il suo abbinamento classico è con le bietole e volendo si possono considerare anche come due semilavorati, perchè negli stessi mercati si trovano sempre più spesso anche bietole già cotte pronte per l’uso (mi raccomando di e questo a permesso quindi anche un’ottima diffusione di questa ricetta.
Per tradizione toscana in passato il baccalà era usato molto durante la vendemmia, addirittura mangiato anche crudo accompagnato da chicchi di uva Sangiovese.

Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!

Ingredienti

Istruzioni

  1. Tritare finemente gli odori.
  2. Far soffriggere gli odori nell'olio aggiungendo gli spicchi di aglio interi.
  3. Una volta appassito il soffritto aggiungere i pelati e farli andare per 15 minuti.
  4. Aggiungere le biete senza le coste tagliate a listarelle e farle cuocere per 20 min.
  5. Nel frattempo preparate il baccalà diliscato, spellato e tagliato a quadrati di circa 4 cm di lato.
  6. Adagiarlo nella padella e fate ritirare per altri 10 min, salate e pepate
Print Recipe

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi