pesce-al-cartoccio

Pesce: La Cottura Al Cartoccio

Redazione

Quali pesci

Tutti, tranne il pesce azzurro. Vanno bene anche trance e filetti. È meglio che i pesci interi abbiano forma più rotondeggiante che lunga.

Il metodo

Consiste nel cuocere il pesce in forno, già lavato, pulito, squamato e chiuso con aromi e condimenti in un foglio d’alluminio o carta forno.

Le regole per il cartoccio

salviaAdagiate il pesce sul foglio d’alluminio, assicuratevi che non ci siano fori e unite gli aromi come: rosmarino, origano, salvia, basilico, dragoncello, timo, prezzemolo, aglio. Salate e pepate, irrorate d’olio o burro fuso e chiudete molto bene il cartoccio. Potete unire anche frutti di mare, molluschi, crostacei. In questo caso vanno messi nel cartoccio già sgusciati o aperti.
Se non volete usare condimenti, ungete almeno la pelle dei pesci interi: non si attaccherà in cottura.
Se il pesce è grosso incidetelo sul dorso con 2-3 tagli trasversali per facilitarne la cottura.
branzino al cartoccioSe la ricetta prevede polpa di pomodoro, sceglieteli maturi e gustosi perché la salsa nel cartoccio non ha molto tempo per cuocere. Se fosse un po’ acquosa, prima di usarla, fatela restringere.
Per avvolgere pesci grossi, ritagliate la carta a forma di cuore, appoggiate il pesce su una metà con la coda rivolta verso la punta del cuor, quindi ribaltate l’altra metà della carta facendo combaciare i bordi che poi sigillerete.
Se la larghezza della carta non è sufficiente per contenere il pesce, unite due fogli ripiegandone almeno 3 volte i bordi fra loro.

I tempi di cottura

Il cartoccio va posto in forno già caldo a 220°C (200°C se usate carta forno). Occorrono 15 minuti circa per ogni 500 g di pesce.

di Mauro Ulisse

Redazione

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Una replica a “Pesce: La Cottura Al Cartoccio”

  1. Di solito preparo il pesce al microonde per la sua semplicità, ma questo ottimo articolo mi ha fatto venire voglia di provare alternative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi