cosa mangiare a pranzo fuori casa

Quanto è sana la tua pausa pranzo? I risultati del test

Angela Caporale

Da 0 a 5 punti – Le tue abitudini in pausa pranzo non sono del tutto corrette

Non saltare i pasti: se non ti è possibile pranzare a casa, evita fastfood e preferisci la mensa oppure locali che permettano di consumare piatti nutrizionalmente più sani. Dedica almeno 20 minuti a questo momento della giornata e mangia lentamente per favorire la sazietà e la digestione. Impegnati a consumare porzioni regolari, i pasti abbondanti favoriscono l’incremento del peso e riducono la produttività a lavoro. Fai attenzione agli alcolici, che vanno consumati con estrema moderazione.

Da 6 a 10 punti – Le tue abitudini alimentari per la pausa pranzo sono abbastanza corrette

Diminuisci la frequenza di consumo di alimenti come le carni processate, soprattutto affettati e insaccati, e mangia regolarmente frutta e verdura che apportano vitamine e sali minerali importanti, antiossidanti ed elementi essenziali per il nostro metabolismo, oltre a essere fonte di fibre che facilitano il transito intestinale, favoriscono la sazietà e il controllo glicolipidico. Mantieni il pasto bilanciato consumando sempre una porzione di cereali preferibilmente integrali.

Da 11 a 15 punti – Le tue abitudini in pausa pranzo sono corrette

Mantieni bassa l’assunzione di carne rossa e assumi con regolarità pesce e legumi, alimenti che aiutano a prevenire le malattie metaboliche e cardiovascolari. Puoi concederti, saltuariamente, un dolce o un extra. Continua a variare la dieta seguendo anche la stagionalità dei prodotti.

Se non hai ancora risposto alle domande 👉 vai al test  

Com’è, dunque, la vostra pausa pranzo? Sia chi ha bisogno di migliorare che chi già consuma una pausa pranzo corretta troverà tra i nostri articoli approfondimenti e spunti per un’alimentazione sempre più sana e varia!

Angela Caporale

Nata a Udine, vive e lavora a Bologna come giornalista freelance. Il suo piatto preferito è la pasta alla carbonara, perché le viene proprio bene in tutte le sue varianti. In cucina, per lei, non può mai mancare una compagnia ciarliera, un dolce da condividere e un buon bicchiere di vino bianco.

One response to “Quanto è sana la tua pausa pranzo? I risultati del test”

  1. Avatar Fabio says:

    La mia pausa pranzo è un disastro, purtroppo il tempo è poco e la scelta del cibo a volte è limitata. A volte salto il pasto e la sera a cena mangio il doppio! Forse la soluzione sarebbe quella di portarmi da casa il cibo, anche se credo ci voglia molta costanza!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *