Nuove etichette sugli alimenti

Adriana Angelieri


Etichetta

Sono obbligatorie dal 22 novembre 2011. Ci informeranno di più

di Cristian Mangano.

Chi ha fatto la spesa ieri potrebbe essersene già accorto. Le solite confezioni sugli scaffali del supermercato presentano da ieri un’etichetta modificata in virtù dell’entrata in vigore delle nuove norme sulle informazioni alimentari ai consumatori.
Come previsto dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, gli imballaggi dovranno indicare informazioni nutrizionali fondamentali e di impatto sulla salute, da riportare in una tabella comprensibile in uno stesso campo visivo, e segnalare gliallergeni. Chiarimenti su quest’ultimi dovranno essere forniti anche per i cibi non imballati, come quelli dei ristoranti o delle mense.
Allo stesso tempo le confezioni alimentari non dovranno depistare i consumatori riguardo l’aspetto e la descrizione, così da agevolare la consapevolezza sul prodotto che si desidera acquistare.
Inoltre è stata prevista una dimensione minima delle etichette, per evitare l’effetto “cavillo legale scritto in piccolo” e la data di scadenza dovrà essere presente anche sulle pietanze confezionate singolarmente. In particolare per il reparto macelleria, le nuove direttive estendono a tutte le carni fresche l’obbligo di indicare la provenienza sull’etichetta, come già si era intervenuto in passato su quella bovina dopo l’emergenza mucca pazza.

 

Siciliana trasferita a Bologna per i tortellini e per il lavoro. Per Il Giornale del Cibo revisiona e crea contenuti. Il suo piatto preferito può essere un qualunque risotto, purché sia fatto bene! In cucina non devono mancare: basilico e olio buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *