Muscisca

Adriana Angelieri

di Martino Ragusa.

La muscisca è un salume essiccato diffuso nella provincia di Foggia e tipico della civiltà pastorale della transumanza. Il nome così strano deriva dal termine arabo mosammed, “cosa dura”, che è anche la radice della parola “mosciame”, la carne secca di tonno. Ma è ben precedente alla dominazione araba. Vi basti pensare che nel Gargano si trovano tracce di salumi conservati con l’essiccazione già nel Paleolitico. La muscisca tradizionale è fatta con carne di pecora o anche bovina. La carne viene disossata e tagliata a pezzi che vengono ridotte a strisce larghe circa 4 centimetri e lunghe 20-30. Le strisce vengono salate e condite con peperoncino, finocchio selvatico e aglio, poi si mettono ad essiccare al sole. Si mangia tal quale o arrostita.Voi provatela in entrambe le versioni.

Per acquistare la Muscisca:
Macelleria Nina Celli
Rignano Garganico (Fg)
Viale Don Bosco, 46
Tel. 0882 82 02 87

Macelleria Michele Fiore
Rignano Garganico (Fg)
Via Marconi, 9
Tel. 0882 82 06 24

E’ possibile gustare la Muscisca anche presso l’Agriturismo Fiore.

Siciliana trasferita a Bologna per i tortellini e per il lavoro. Per Il Giornale del Cibo revisiona e crea contenuti. Il suo piatto preferito può essere un qualunque risotto, purché sia fatto bene! In cucina non devono mancare: basilico e olio buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *