La giungla dei marchi: Stg

Adriana Angelieri

Il marchio di origine Specialità Tradizionale Garantita (STG) è stato introdotto dalla Comunità Europea per valorizzare i prodotti agroalimentari caratterizzati da composizioni o metodi di produzione tradizionali. É un marchio di specificità legato al modo di produzione e non alla zona di origine, come sono invece i marchi DOP e IGP. Lo scopo è certificare un prodotto non tanto per la sua provenienza territoriale, ma per il particolare modo in cui viene fatto.

Per questo non ha riscontrato grande successo, perché i metodi di lavorazione sono facilmente riproducibili e talvolta creano delle circostanze paradossali. Un esempio eclatante: il formaggio a pasta filata Mozzarella è stato registrato recentemente come STG, il che vuol dire che a parità di lavorazione e caratteristiche una mozzarella avrà diritto a essere definita tale anche se viene prodotta in Germania, Francia, o in qualsiasi altro paese dell’Unione Europea. Ben diverso, lo sappiamo, è il prodotto DOP Mozzarella di Bufala Campana…

Adriana Angelieri

Siciliana trasferita a Bologna per i tortellini e per il lavoro. Per Il Giornale del Cibo revisiona e crea contenuti. Il suo piatto preferito può essere un qualunque risotto, purché sia fatto bene! In cucina non devono mancare: basilico e olio buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *