Il Manifesto Della Cucina Nazionale Italiana A Identita’ Golose

Adriana Angelieri


Domenica 1 febbraio, Martino presenta il suo Manifesto della Cucina Nazionale Italiana al prestigioso Congresso della Cucina Italiana di Identità Golose! Il Manifesto è protagonista del quinto volume de ‘Le torri della Cucina’ di Gerardo Antelmo e Martino Ragusa edito a cura delle ‘Cantine Pellegrino’ e presentato alla stampa specializzata proprio durante la kermesse (L’appuntamento è riservato ai giornalisti accreditati). Conoscete già Identità Golose? E’ il Congresso Italiano di Cucina d’Autore; manifestazione ideata da Paolo Marchi giunta ormai al suo quinto anno di vita. Oggi può essere considerata il punto di riferimento di tutto ciò che accade di nuovo sulla scena della cucina, intesa come espressione internazionale di concetti e idee innovativi, secondo un binomio ormai consolidato: qualità e innovazione. Nei quattro giorni di questa quinta edizione (dall’1 al 4 febbraio, alla Fiera MilanoCity in via Gattamelata a Milano), Identità Golose si propone come ‘un contenitore di idee e proposte, di speranze e confronti, anche di polemiche perchè il cibo è un pianeta vivo e chi lo abita non lo subisce ma lo anima e lo agita’. Il libro ‘Le Torri della Cucina’ che Martino presenta domenica 1 febbraio, propone la versione integrale del Manifesto della Cucina Nazionale Italiana, cioè – come già saprete se siete nostri lettori assidui – la sua proposta per tracciare delle linee guida che connotino a livello nazionale la nostra cucina; comprensivo del decalogo per tradurne il senso anche operativamente. Il Manifesto è introdotto da una prefazione di Patrizio Roversi e completato dalle prime ricette della Cucina Nazionale Italiana, quelle ideate e realizzate attenendosi al decalogo dagli Chef che hanno partecipato all’ultima edizione del Pellegrino Cooking Festival di Marsala.

Siciliana trasferita a Bologna per i tortellini e per il lavoro. Per Il Giornale del Cibo revisiona e crea contenuti. Il suo piatto preferito può essere un qualunque risotto, purché sia fatto bene! In cucina non devono mancare: basilico e olio buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *