Cocktail Solidi: come preparare un Mojito da Mangiare

Luca Sessa

Frozen, solidi, aromatizzati, sospensioni liquide di spume e microsfere: Mojito e daiquiri, ma anche Cosmopolitan ed altri cocktail classici proposti sempre più spesso in forme alternative, spesso solide, per dar sfogo alla creatività ed offrire ai clienti qualcosa di particolare che possa sorprendere a partire proprio dalla consistenza. È una moda sempre più diffusa, che consente di assaporare spume e sorbetti di ginger mojito o magari il daiquiri al risotto con zafferano. Soluzioni “gastronomiche” di un certo livello, proposte da barman o chef importanti. Ma il cocktail solido ha anche un’applicazione “casalinga”, grazie agli addensanti più diffusi come l’agar agar e la colla di pesce, o ricorrendo a soluzioni professionali come la “base per cocktail solidi”.

jelly shots

Negli Stati Uniti sono molto diffuse delle vere e proprie gelatine alcoliche chiamate “Jello Shots”, un prodotto venduto già pronto da mangiare o in polvere, solitamente alla frutta, che viene mescolato assieme ad un alcolico, lasciato riposare in frigo e poi mangiato come un qualsiasi dessert al cucchiaio. In ogni caso la preparazione casalinga non presenta particolari difficoltà: è possibile rendere gelatinoso il cocktail preferito o semplicemente un alcolico liscio utilizzando i comuni addensati che si trovano al supermercato, utilizzando per le forme bicchierini di plastica, ma anche le bucce vuote degli agrumi per un effetto visivo molto particolare.

Cocktail Solidi, come preparare: Mojito, Negroni e Cosmopolitan

Il procedimento è fondamentalmente sempre lo stesso: se ad esempio si sceglie la colla di pesce, si devono ammollare i fogli di gelatina in abbondante acqua fredda. Quindi occorre strizzarli bene ed aggiungerli a dello sciroppo di zucchero precedentemente preparato. Scaldare il tutto a fuoco basso, e aggiungere a poco a poco il cocktail scelto, cercando di evitare che possano formarsi dei grumi di gelatina. Una volta sciolto tutto il composto, basterà versarlo negli stampi e lasciarlo riposare almeno per tre ore.

Vi propongo ora tre differenti cocktail, dei grandi classici, con la ricetta per poterli preparare in versione solida. Stesso procedimento in tutti i casi ma, naturalmente, ingredienti differenti.

cocktail solidi

Il Negroni  

  • 200 ml Acqua
  • 85 ml Campari
  • 85 ml Gin
  • 85ml Vermouth rosso
  • 50 g Base cocktail solidi
  • 30 g Zucchero

Il Mojito

  • 250 ml Acqua
  • 150 ml Rum bianco
  • 50 g Base Cocktail Solidi
  • 50 g Zucchero
  • 35 ml Sciroppo alla Menta
  • 25 ml Succo di lime

mojit cocktail solidi

Cosmopolitan

  • 240 ml Acqua
  • 85 ml Vodka bianca
  • 50 g Base Cocktail Solidi
  • 50 ml Sciroppo di Mirtilli
  • 50 g Zucchero
  • 35 ml Succo di lime
  • 35 ml Triple sec

Versare l’acqua e lo zucchero in un pentolino e scaldare fino a raggiungere i 60 °C, quindi aggiungere la base cocktail solidi e mescolare per un paio di minuti. Lasciar raffreddare per qualche minuto e versare nel composto gli altri ingredienti (alcolici, sciroppi e/o succo di lime). Versare il tutto in una vaschetta di alluminio rivestita con pellicola trasparente o in delle apposite formine di silicone e lasciar raffreddare in frigorifero per almeno 3 ore.

Avete mai provato a realizzare cocktail solidi? Quale tipo di addensante preferite? Agar Agar, colla di pesce o la base già pronta?

Luca Sessa

Nato a Napoli, vive e lavora a Roma come food writer e food blogger. Nel 2011 ha aperto il Food Blog "Per un pugno di capperi" che, nato per essere una vetrina dei suoi piatti, è diventato un luogo di confronto tra appassionati. Il suo piatto preferito è la Torta caprese perché: "amo il cioccolato ed è da sempre la torta del mio compleanno. Dice che in cucina non possono mancare la pasta, una padella ampia e la passione. Ha collaborato con Dissapore, iFood, Excellence, Scatti di Gusto ed ora scrive per The Fork.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi