Blanc De Morgex

Adriana Angelieri


di Orsagiuliva.

La Valle D’Aosta: regione piccina piccina, ma di una bellezza unica ed irraccontabile, con le sue valli così differenti le une dalle altre, esattamente come le sue ricchezze enogastronomiche che le caratterizzano.

Come la Liguria, per la piccola estensione dei suoi vitigni, i prodotti vinicoli son poco conosciuti nel resto d’Italia e di prezzo abbastanza elevato – a mio modesto parere – ma equo; e le qualità proposte sono numerose e molto valide… questa volta voglio ricordare il Blanc de Morgex, che vanta di esser il vino bianco del più alto vitigno europeo.

È un ottimo vino bianco che va servito freddo, sugli 8 gradi, e dà il meglio di se quando è giovane e il suo colore paglierino ha riflessi verdolini. Sentite il suo profumo, assaggiatene un sorso e chiudete gli occhi: vi sembrerà d’esser in uno di quei prati verdiverdiverdi delle pubblicità dei cioccolati: è riconoscibile immediatamente il profumo del fieno, quello dei frutti invernali… secco e delicato, a mio parere é ottimo compagno per antipasti, carni bianche, pesce e formaggi.

Siciliana trasferita a Bologna per i tortellini e per il lavoro. Per Il Giornale del Cibo revisiona e crea contenuti. Il suo piatto preferito può essere un qualunque risotto, purché sia fatto bene! In cucina non devono mancare: basilico e olio buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *