Durante il periodo natalizio, il Trentino Alto Adige diventa scenario di eventi emozionanti, a cui vale la pena di assistere. Noi vi portiamo ai mercatini di Levico Terme, dove dal 19 novembre al 6 gennaio si svolge il tradizionale Mercatino di Natale nella cornice incantata del Parco secolare degli Asburgo.
I canti natalizi accompagneranno le passeggiate tra le 60 casette in legno allestite per l’occasione, in cui potrete trovare prodotti artigianali, prelibatezze gastronomiche ed alberi secolari ricoperti di neve bianca e luci dorate, il contesto perfetto per vivere l’incanto del Natale insieme a tutta la famiglia.

mecatino levico

Mentre i grandi saranno attratti dalla visione di mani esperte che creano prodotti unici, fiore all’occhiello dell’artigianato locale, i bambini potranno salire sulla carrozza di Babbo Natale e farsi truccare il viso dai folletti. Siete pronti per immergervi in questo magico mondo?

Mercatini di Levico Terme: 5 buoni motivi per andarci

1. I sapori del Trentino: formaggi e polenta a volontà

Nella tradizione culinaria del Trentino la polenta ricopre un ruolo importante, per questo il Mercato di Levico le dedica due giorni interi: il 27 novembre e l’11 dicembre. La curiosità di assaggiarne un piattino verrà a tutti dopo averla vista preparare e dopo aver sentito l’inebriante odore. La polenta di farina di Mais Spin della Valsugana è una farina di polenta tutelata poiché molto pregiata, con fasi ben precise di coltivazione, trebbiatura, essiccazione, stoccaggio e macinatura. Ha un gusto inconfondibile ed è il piatto ideale da mangiare durante i giorni di festa. Ma con cosa accompagnare la polenta se non con gli eccellenti formaggi del Trentino realizzati a mano?
I formaggi di queste zone sono un tesoro immenso, assistere alla loro lavorazione è un’esperienza unica, per questo vi consigliamo di non mancare il 20 novembre ed il 18 dicembre al mercato di Natale di Levico, sarà possibile vedere come dal latte viene realizzato il formaggio e poi…. assaggiarlo!

polenta e formaggi

2. Gli incantevoli presepi tra le vie della città

Le sorprese non sono finite qui: camminando per le strade del centro storico di Levico Terme, con in mano un piattino di polenta al formaggio (ovviamente), resterete affascinati dall’iniziativa El presepe vizin a cà, che prevede  dei presepi nascosti in ogni angolo del centro città,  piccole e grandi rappresentazioni creative ed originali.  Inoltre, sempre nella parte storica del luogo, per gli appassionati del genere sarà allestita una mostra, con più di 100 presepi di artigianato locale e nazionale.

3. Le luci, i colori e le melodie della città

Ma è grazie alla rassegna “InCanto sotto la neve” che l’atmosfera del mercatino di Levico diventerà ancora più suggestiva. Tutti i sabati dal 19 novembre al 31 dicembre le vie saranno colme di musica, colori e vivacità.  Mentre il 26 novembre e 3,10 e 17 dicembre alle 21.30: alzate gli occhi al cielo perché sarà illuminato dai fuochi d’artificio, che lasceranno a bocca aperta grandi e piccini.

Incanto Levico terme

4. I prelibati Souvenir

Volete portare a casa  un ricordo del favoloso Natale in Trentino? Di prodotti tipici da gustare durante l’anno ce ne sono davvero molti, ma anche da portare a degli amici come souvenir della vostra vacanza.
Uno dei più antichi formaggi è il Vezzena ed il più conosciuto è il Trentingrana, eccellenza della zona. Quando diciamo Trentino parliamo di Mele naturalmente succose e tutelate in ogni fase della produzione. Una cassetta per la suocera non deve mai mancare. Il lato dolce delle montagne è sicuramente attribuito al miele, i due più famosi sono quello di castagno, più deciso di  e quello di rododendro, più delicato. Due elisir straordinari da utilizzare dopo il vostro rientro per tenere le difese immunitarie alte durante l’inverno.

Non c’è tavola imbandita se manca lo speck, certo sempre accompagnato dalla carne salada, dal salame all’aglio e dal lardo. Il beverage merita di essere citato a parte, la Cantina Romanese sin dal 1998 produce vini con una passione che si distingue e che trova la sua massima espressione nel suo fiore all’occhiello: “lo spumante del lago” ovvero, lo Spumante Lagorai. 

 Un regalo di pregio non pensate? La grappa poi ha una lunga tradizione tant’è che è possibile trovarla nelle distillerie in cui viene creata con processi originali e poi racchiusa in bellissime bottiglie da poter collezionare.

5. Il Paesaggio intorno

lago levico terme

Oltre il Parco Secolare degli Asburgo, la splendida oasi verde dove avviene il mercatino, Levico Terme è nota per il Lago che si aggiudica il riconoscimento di Bandiera Blu dal 2013. Intorno alle sue sponde ci sono numerosi boschi dove poter passeggiare durante il giorno ma è anche uno dei luoghi ideali dove andare a pesca grazie alle numerose specie ittiche presenti. Per trascorrere i vostri giorni in totale relax non dimenticatevi di fare un salto alle terme dove è possibile curare naturalmente diverse patologie. Immergersi nelle acque di Levico ha un potere curativo, sono uniche in Italia. Dalle montagne sovrastanti la cittadina sgorga “l’acqua forte” ricca di ferro e altri minerali attraverso la quale è possibile curare patologie del corpo e della mente.

Per concludere, dopo avervi parlato del mercatino di Levico vi suggeriamo i 10 mercatini di Natale più belli d’Italia, un percorso tra gusto e artigianato lungo tutto lo stivale. Inoltre, se vi trovate in Trentino Alto Adige e volete provare un’altra specialità del luogo vi consigliamo (è quasi obbligatorio eh) dove mangiare i migliori Canederli.
Pronti per questo Natale all’insegna del cibo e della famiglia?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Elisabetta Pacifici

Elisabetta è nata a Roma, dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo si occupa di cultura, cibo, cinema e curiosità. Il suo piatto preferito è il risotto, perché si può fare in moltissimi modi e non annoia mai. In cucina non posso mancare le erbe e le spezie, perché sono il tocco in più che rende unica qualsiasi preparazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata