vacanze gluten free

Guida per una vacanza gluten free

Carmela Kia Giambrone
3

Indice

     

     

    Essere celiaci in un mondo “non celiaco” può rendere la vita complicata: affrontare un viaggio in treno, in nave o in aereo può significare ritrovarsi in una situazione critica oppure, durante la vacanza, non sapere se è possibile assaggiare piatti tradizionali. Ecco perché una guida per le vacanze gluten free è proprio quello che ci vuole per vivere in relax e in tutta sicurezza le tanto attese vacanze.

    Innanzitutto, è bene sapere che esiste un’associazione italiana di riferimento, l’AiC, che certifica i menù gluten free di esercizi commerciali, ristoranti, pizzerie e gelaterie. Grazie a Elisa Canepa, che si occupa di Comunicazione e Fundraising per il Gruppo AiC, abbiamo raccolto preziosi consigli, suggerimenti e informazioni sulla celiachia e su come gestire la propria alimentazione fuori casa durante le vacanze.

    Ma ricordate sempre la regola più importante: il buonsenso vale più di qualunque altra cosa.

    Consigli e accorgimenti per viaggiatori celiaci

    vacanze senza glutine

    1. Il primo consiglio e quello più importante è comunicare. Come per ogni intolleranza alimentare o allergia, bisogna sempre ricordare che spesso basta informare camerieri e proprietari del locale in cui vi recate per avere a disposizione valide e gustose alternative.
    2. Un buon accorgimento è quello di avvisare del vostro arrivo con un poco di anticipo e se possibile prenotando, con una telefonata, così da potervi accertare della disponibilità di opzioni adatte a voi e, perché no, magari concordando le portate con il cuoco. L’Associazione italiana Celiachia, tra i numerosi consigli che offre sul proprio sito, ricorda che mantenere alcuni accorgimenti base permette di semplificare le cose.
    3. Comunicare quali ingredienti vanno evitati è molto importante: mai dare per scontato che anche i camerieri conoscano cosa comporta la vostra intolleranza, soprattutto se il ristorante non appartiene al circuito di oltre 4000 locali informati sulla celiachia e accreditati AiC.
    4. Ancora, non sottovalutate l’importanza di chiedere sempre gli ingredienti che compongono i piatti che scegliete e, se avete il benché minimo dubbio, evitate di ordinare quella portata.
    5. Altri accorgimenti utili sono ad esempio portare con sé, in valigia, sempre un piccolo “kit d’emergenza” che permetta di cavarsela in ogni situazione. Se per un vegano una scatola di legumi è la salvezza, per un celiaco le farine gluten free ricoprono lo stesso ruolo. Con esse infatti, da quella “simil grano tenero” a quella di ceci, alla farina di granoturco, è possibile realizzare praticamente qualunque piatto. Anche pasta, biscotti e cereali gluten free non devono mancare. Questi, infatti, se uniti a verdura, frutta e secondi piatti permettono di ottenere un menù praticamente completo in ogni situazione.
    6. Portate sempre con voi degli snack a lunga conservazione e non termolabili, naturalmente senza glutine, e al ristorante tenete a mente un “tris di piatti naturalmente senza glutine” (primo-secondo e contorno, ma anche un secondo e due contorni), di facile reperibilità e alla portata di qualunque “trattoria”, saranno la vostra ancora di salvezza.

    Il progetto Alimentazione fuori casa

    L’associazione ha attivato anche il progetto AFC, ossia Alimentazione fuori casa, che “nasce dall’esigenza di creare una catena di esercizi informati sulla celiachia che possano offrire un servizio idoneo alle esigenze alimentari dei celiaci”, come spiega la Canepa. Gli esercizi del network, anche grazie al supporto dei volontari, sono presenti in una lista in continua evoluzione, raggiungibile sul sito web oppure telefonando all‘892424.

    Infine, esiste anche un’app, l’AiC Mobile, disponibile sia per Android che per iOS, scaricabile gratuitamente che permette di visionare su mappa i locali gluten free presenti sul nostro territorio.

    senza glutine guida

    Vacanze gluten free in treno, in auto, in barca e in aereo

    Ciò che forse non tutti sanno è che ormai moltissimi operatori di trasporti e di viaggio, da Trenitalia e le sue Frecce, a tour operator come Alpitour sino alle navi come quelle di MSC crociere, o anche ad esercizi commerciali come le gelaterie Grom, hanno inserito tra le loro proposte anche offerte adatte a chi è celiaco e quindi perfette per organizzare la vostra vacanza gluten free.

    Alpitour, operatore di viaggi famoso e affermato in tutto il mondo, ha stilato una lista di strutture, hotel e ristoranti, senza glutine in Italia e all’estero per poter rendere l’esperienza di viaggio e la vacanza gluten free piacevole e confortevole.

    Viaggio in aereo

    E se il viaggio è in aereo e di diverse ore? Niente paura, sono molte le compagnie che hanno inserito pasti e snack gluten free. Per esserne certi, senza dare nulla per scontato, inviate un’e-mail al servizio clienti della compagnia e chiedete informazioni senza timore, portando sempre con voi un piccolo pasto, in modo da esser pronti per ogni evenienza.

    Viaggio in auto

    Ma ancora, se il viaggio sarà in auto? Lungo le autostrade italiane le catene Autogrill e MyChef mettono a disposizione piatti e snack totalmente gluten free, tutti alimenti inseriti nel Prontuario degli alimenti consentiti da AiC e quindi sicuri per chi è celiaco. “Il Prontuario – spiega Elisa Canepa – è una pubblicazione annuale che raccoglie i prodotti idonei al consumo da parte di chi è celiaco ed è disponibile sia on line che in versione cartacea”.

    Viaggio all’estero

    consigli per viaggiatori celiaci

    Se il viaggio è all’estero, l’AiC mette a disposizione sul suo portale una lista di associazioni per la celiachia nel mondo, utili da tenere come punto di riferimento durante la programmazione del viaggio.

    Qualche esempio? Tra le mete estive più gettonate Croazia, Grecia, Malta, Portogallo, Spagna e molte altre consultabili sul sito AIC.

    Un altro consiglio utile è portare con sé delle smart-card con le informazioni base su celiachia e dieta senza glutine nella lingua del luogo che visitate e in inglese/ francese, in modo da potersi spiegare senza alcun problema in ogni situazione.

    “E se dopo aver rispettato tutti questi accorgimenti ed indicazioni in vacanza accade che mangio accidentalmente glutine?”

    Come ricorda l’associazione “non esiste un antidoto naturale o farmacologico in grado di bloccare l’azione del glutine; nel caso si mangino alimenti contaminati, i rimedi vertono sulla prevenzione dei sintomi e degli effetti collaterali. Nel caso, ad esempio, di dolori addominali, il consiglio è di usare antispastici (farmaci parasimpaticomimetici) o nel caso di diarrea, probiotici; per gli attacchi di cefalea evitare antinfiammatori non steroidei, particolarmente dannosi a loro volta per la mucosa intestinale, ricorrendo invece al paracetamolo. Ovviamente la ripresa di una rigorosa dieta priva di glutine risolverà sia i sintomi che il danno mucosale provocato dall’ingestione accidentale di glutine.”

    Se il malessere dovesse risultare persistente, rivolgetevi il prima possibile a un medico o alla guardia medica più vicina.

    Specialità gluten free nelle maggiori città italiane: e la vacanza è servita

    lista ristoranti gluten free

    Cosa c’è di meglio di una vacanza gluten free tra piatti tipici, tradizionali e regionali, pizze e focacce all’insegna del gusto e della tranquillità, con opzioni vegetariane e vegane sempre presenti nei menù? Ecco una lista di alcuni dei migliori ristoranti in alcune delle mete estive più visitate del nostro territorio.

    Senza glutine in Lombardia

    • Ristorante Pizzeria “Al Braciere”, Via San Martino della Battaglia 2, 25019 Sirmione
    • Kapperi, Via Nazario Sauro 7, 25015, Desenzano Del Garda
    • Ristorante La Locanda, Via Santa Maria la Vite 16, 23854 Olginate
    • Il Cantuccio di Felipe, Viale Italia 7, 21018 Sesto Calende- Lago Maggiore
    • Ristorante La Baia, Frazione San Vito, 22010 Cremia – Lago di Como

    Senza glutine in Val d’aosta

    • Trattoria Praetoria, Via Sant’Anselmo 9 Aosta
    • Ristorante Pizzeria Caesar, Via Giorgio Elter 20, 11100, Aosta
    • Ristorante Chalet Plan Gorret, Strada del Plan Gorret 45, Courmayeur
    • Ristorante La Terrazza, Via Circonvallazione N° 73, Courmayeur

    Senza glutine in Trentino Alto Adige

    • Ristorante Hotel Villa Madonna, Via Ibsen Henrik, 29, 39040 Siusi allo Sciliar
    • Ristorante Pizzeria Al Penny, Viale Trento, 23, 38010 Andalo
    • Walthers’, Piazza Walther von der Vogelweide 6, 39100, Bolzano
    • Drumlerhof, Rathausplatz 6, Campo Tures

    Senza glutine in Liguria e Cinque Terre

    • Piatti Spaiati – Le Marionette, Via Stella, 34, 17025 Loano
    • La Bitta Ristorante Pizzeria, Corso Garibaldi 99, 16043 Chiavari
    • Ristorante Primo, Via Giuseppe Garibaldi, 74, 17028 Spotorno
    • Da Lino, Via Roma 70-72, 16036 Recco
    • Da O’ Vittorio, Via Roma 160, 16036 Recco

    Senza glutine in Riviera Adriatica

    • Ristorante Sirena Sul Mare, Pass.ta Goethe 10 | Zone Di Spiaggia 122/A, Riccione
    • I Due Fratelli, Via Scacciano N. 15, Misano Adriatico
    • La Taverna Da Bruno, Via Panzini, 150, 47814, Bellaria-Igea Marina
    • Ristorante Lo Zodiaco, Viale Regina Margherita 159 | Rimini, 47924 Rivazzurra di Rimini, Rimini

    Senza glutine a Bologna

    • Trattoria Vecchio Mercato, Via PIero Gobetti, 49/F
    • Ristorante La Capriata, Strada Maggiore 19 | Corte Isolani 1/E
    • Ristorante Pizzeria, La Verace Via Cairoli 16

    Senza glutine a Firenze

    • Trattoria da Garibardi, Piazza del Mercato Centrale 38r
    • Ristorante gluten free Quinoa, Vicolo di Santa Maria Maggiore, 1
    • La Luna Pizzeria Ristorante, Via Vincenzo Gioberti 93R | angolo via Luna

    Senza glutine a Roma

    • Mama Eat Roma, Via San Cosimato 7/9
    • Mangiafuoco, Via Chiana 37
    • La Soffitta Renovatio, Piazza del Risorgimento 46 A

    Senza glutine a Matera

    • I Sapori Senza Glutine, Via Tommaso Stigliani 64 | Nei Pressi Della Villa Comunale, 75100, Matera

    Senza glutine a Napoli e in Costiera Amalfitana

    • Zero Zero Grano, Via Carlo de Cesare, 40, Napoli
    • Mammina, Via Partenope 18/15, Napoli
    • Mama Eat Napoli, Via Manzoni, 6/A, Napoli
    • Umberto, Via Alabardieri, 30, Napoli
    • Al Limoneto, Via Raccio 3, Dragonea, Vietri sul Mare
    • Ristorante La Fenice Sorrento, Via degli Aranci 11, 80067, Sorrento

    Senza glutine in Puglia e Salento

    • La Foggia, Via Don Francesco Gigante, 4, Alberobello
    • Osteria del Vico, Via Vico mercato 1, Gallipoli
    • Baguetteria De Pace, Via Sant’Angelo 8, Gallipoli
    • Primo, Via delle Torri 5, Otranto

    Senza glutine in Calabria

    • Incipit Restaurant, Largo Galluppi, 17, Tropea
    • Azienda Agrituristica Caridà, Contrada Caridà, Zaccanopoli
    • Mandalari Via Udine 5, Reggio Calabria

    Senza glutine in Sicilia

    • Terra & Mare, Piazza Lena 7, Agrigento
    • Don Carmelo, Via Delle Madonie 39, Palermo
    • Ristorante Il Barocco, Via Orfanotrofio 27/29 | Piazza Pola, Ragusa
    • Osteria La Bettolaccia, Via Generale Enrico Fardella 25 | ang. Via San Francesco D’Assisi, Trapani
    • U Fucularu, Via Euplio Reina, 20, Catania
    • Acido Lattico, Via Umberto 314, Catania
    • La Grotta, Via Dolomiti 62, 97018, Scicli
    • Cortile Arabo, Piazza Villadorata, Marzamemi

    Senza glutine in Sardegna

    • Ristorante Corbezzolo, Piazza della Chiesa SNC, 07021 Baia Sardinia, Arzachena
    • Man.Gia., Via Mameli 196/A, 09123, Cagliari
    • Ristorante Rocca Ja, Via Sedini 100, Strada Statale 134, Castelsardo, Sassari
    • Galleria 18, Viale la Plaia 18, 09123, Cagliari
    • Ristorante da Thomas, Via Valle d’Aosta 22, Santa Teresa Gallura

    Per maggiori informazioni consultate prima di partire le sedi aic regionali. Conoscete altri locali dove gustare le specialità gluten free in Italia? Scriveteci a redazione@ilgiornaledelcibo.it per segnalarle, verranno inserite nella nostra lista.

    Carmela Kia Giambrone

    Carmela è nata a Bergamo e vive poco lontano da Milano. È una giornalista e si occupa da molti anni di alimentazione naturale, autoproduzione, ambiente e sostenibilità, tematiche che tratta anche nel suo blog equoecoevegan.it. "Adoro l’hummus di ceci e le patate, sotto ogni forma possibile", dichiara, mentre gli elementi che non devono assolutamente mancare in cucina per lei sono il coraggio ed un buon frullatore ad immersione, "perché l’improvvisazione necessita certo di idee ma soprattutto di strumenti pratici da utilizzare".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *