skyr

Skyr: il formaggio che sembra uno yogurt

Elisabetta Pacifici

Per molti è un prodotto ancora sconosciuto, per altri invece è diventato l’alimento principale da consumare durante la giornata. Lo skyr è un formaggio cremoso di latte vaccino che viene dall’Islanda, la cui prima produzione risale a più di mille anni fa.

Ultimamente è diventato un superfood, consigliato da nutrizionisti e amanti del cibo sano per il suo alto contenuto di proteine. Leggero e fresco, viene venduto e consumato principalmente come yogurt da abbinare a frutta e cereali.

Scopriamo insieme cos’è lo Skyr e come mangiarlo!

Skyr: il superfood islandese

Yogurt o formaggio?

skyr formaggio

Nonostante lo Skyr si trovi nel bancone frigo tra gli yogurt, si tratta di un vero e proprio formaggio soffice prodotto da latte magro.

Ha una consistenza talmente cremosa che la voglia di affondare un cucchiaino al suo interno è irrefrenabile. Inoltre, in questo modo può essere consumato anche come snack proteico da portare in giro. La sua bassa percentuale di zuccheri consente anche di abbinarlo a diversi tipi di frutta, per renderlo più dolce e appetitoso.

Come viene prodotto

Tempo fa, questo formaggio, veniva prodotto anche con il latte ovino, ma dagli inizi del XX secolo la sua produzione è stata effettuata esclusivamente con latte vaccino. Realizzarlo è da sempre compito delle famiglie islandesi e il processo è lungo ed impegnativo. Il latte vaccino viene portato ad 85° fino a quando i grassi vengono in superficie. Poi viene aggiunto dello skyr della produzione precedente, insieme al caglio di vitello, un composto a base di enzimi estratto dallo stomaco del vitello che viene utilizzato per coagulare le caseine del latte. Una volta raffreddato e coagulato, con una garza vengono filtrati siero e cagliata. Il vero skyr, quello tradizionale, non viene pastorizzato ed i fermenti provengono dall’aggiunta dello skyr prodotto in precedenza.

Caratteristiche nutrizionali

La skyr-mania non è dovuta solo al gusto eccezionale del prodotto, quanto alle sue uniche proprietà nutrizionali. Un latticino con un contenuto proteico davvero alto e quindi adatto soprattutto agli sportivi. Inoltre, rispetto ad uno yogurt normale ha molti zuccheri in meno e una percentuale irrisoria di grassi. Viene utilizzato principalmente come snack a tutte le età in quanto dona immediatamente energia, calcio e vitamine.

Come mangiare lo Skyr

skyr ricette

La tradizione islandese vedeva lo skyr come piatto unico, completo di tutti i valori nutrizionali necessari, oggi è consigliato come spuntino oppure come dessert da servire freddo accompagnato da frutta di stagione. Essendo ancora più acido dello yogurt greco, molto spesso viene venduto già aromatizzato alla vaniglia, oppure con l’aggiunta di cereali e sciroppi di frutta.

Per chi ha fantasia in cucina lo skyr può diventare l’ingrediente principale di tante ricette. Durante il periodo estivo può sostituire il mascarpone nella cheesecake e renderla meno calorica. Un altro dolce in cui è possibile utilizzare lo skyr al posto del mascarpone è il tiramisù, non me ne vogliano gli amanti del dolce, ma nella versione alla frutta con lamponi, fragole e kiwi si sposa davvero bene. Per la colazione, abbinate alla cremosità dello skyr un muesli ricco di frutta secca e semi come quelli di chia, di zucca e di lino, ed anche qualche cucchiaino  di confetture di stagione o  miele. Se come inizio giornata preferite qualche prodotto da forno non vi resta che mettervi all’opera e preparare un plum-cake, una ciambella o una torta di mele, sostituendo semplicemente lo skyr al normale yogurt.

Ma chi dice che questo straordinario prodotto caseario può essere usato solo per ricette dolci? Dona cremosità e compattezza a molte salse, senza alterarne troppo il gusto. Per questo vi consigliamo di provarlo ad esempio nel salsa tzatziki, abbinandolo al cetriolo, aglio e sale, un’esplosione di sapori per accompagnare i vostri piatti di pesce e di carne.

Vi abbiamo lasciato molte idee per provare lo skyr, ma se non sono ancora abbastanza, date un’occhiata anche a queste 5 deliziose ricette con lo yogurt, e prendete spunto!

Elisabetta Pacifici

Elisabetta è nata a Roma, dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo si occupa di cultura, cibo, cinema e curiosità. Il suo piatto preferito è il risotto, perché si può fare in moltissimi modi e non annoia mai. In cucina non posso mancare le erbe e le spezie, perché sono il tocco in più che rende unica qualsiasi preparazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi