ricetta-palamite-al-forno

Palamite al forno

Monia
In questo caso, il palamite appena pescato è stato eviscerato direttamente in acqua di mare (così non perde sapore) e affettato con il coltello per ottenere delle belle bistecche alte circa due centimetri. Il gusto del palamite è deciso e saporito e si presta bene anche a cotture in forno o in padella con pomodoro fresco ed erbe aromatiche, oppure con un sugo di olive nere. A voi la scelta!
2.25 da 4 voti
Preparazione 2 h
Tempo totale 2 h
Portata Pesce
Cucina Italia
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Tritare finenemente a coltello l'aglio e gli aghi di rosmarino. Poi mescolarli bene al pangrattato (eventualmente aggiungere un pizzico di sale, ma se il pesce è stato lavato in acqua di mare, non è necessario).
  • Passare i tranci di palamite nel pangrattato aromatizzato, premendo bene per farlo aderire bene su tutti e due i lati e anche sui bordi.
  • Ungere una teglia da forno con poco olio, spargendolo bene su tutta la superficie (oppure usare carta da forno, ma bisogna ungerla comunque), adagiarvi le fette di palamite senza sovrapporle e finire con un filo d'olio sulla superficie.
  • Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 15/20 minuti, poi girare le fette e continuare la cottura per altri 10/15 minuti: devono risultare cotte (la polpa vicina all'osso centrale deve risultare asciutta), ma non troppo, altrimenti si rischia di ottenere un pesce stopposo.
  • Adagiare una fetta di palamite in ogni piatto, completare con un filo di olio crudo e servire assieme ad un'insalata fresca.
  • Se rimane, il giorno dopo si possono togliere pelle e lische e si può unire ad un soffritto, a del pomodoro e basilico per ottenere un sugo per la pasta davvero gustoso!

Note

Scopri tutti i segreti della cottura del pesce al forno seguendo la nostra guida!