la-vignarola-dei-castelli-romani

La vignarola dei castelli romani

cuocamatta
Piatto decisamente primaverile, nella versione castellana la ricetta prevede l'uso della lattuga e dei piselli. Io l'ho voluta modificare perchè, essendo ghiotta di fave e soprattuto di carciofi non ho voluto coprire con altri ingredienti il loro sapore, che tra loro peraltro si sposano benissimo.
Nessuna valutazione
Preparazione 2 h
Tempo totale 2 h
Portata Contorni
Cucina Italia
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Fate soffriggere in due cucchiai di olio evo il guanciale o la pancetta tagliati a dadini insieme alla cipolla sminuzzata.
  • Aggiungete le fave sgusciate e lavate insieme ai carciofi affettati, salate e pepate, fate insaporire una decina di minuti.
  • Versate il vino bianco facendolo evaporare.
  • Aggiungete un mestolo o due di brodo e fate cuocere per una mezz'oretta, finché il tutto non si sarà ristretto. La vignarola deve risultare solo leggermente brodosa.