fregula-o-pistizzone

Fregula o pistizzone (fregola sarda)

LauraSardegna
La fregola sarda chiamata fregula o fregua nel campidanese, nel nuorese è chiamata pistizzone(cioè grosse briciole). E' una varietà di pasta da minestra, formata da palline piccole o medie, prodotte per lo più artigianalmente e poi fatte tostare. Viene preparata esclusivamente con semola di grano duro, acqua tiepida o fredda, 1 pizzico di sale e facoltativo lo zafferano. Si prepara dentro una conca o recipiente di terracotta che nel Campidanese chiamano xivedda (la x si legge come la j francese), ma nel Nuorese viene detta tianu. Invece nella mia famiglia si usava, e si usa ancora, prepararla in una canistedda, un canestro basso e largo fatto di asfodelo. Nel Campidanese, la fregula, viene cotta nel brodo di molluschi (arselle o vongole) chiamata fregula cun cocciula, o pesce oppure servita in un brodo di verdure, specialmente carciofi o cardi.
Nessuna valutazione
Preparazione 3 min
Tempo totale 3 min
Portata Primi in brodo
Cucina Italia
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Se usate la xivedda, versate nel recipiente un pugno o manciata di semola e spruzzatela con pochissima acqua già salata (sempre con le mani).
  • Lavorate la semola facendo dei cerchi concentrici a destra e a sinistra, o sfregare mandando la mano a destra o a sinistra, fino a vedere fare le prime palline.
  • Le più grandi vanno messe da parte sopra una teglia. Bisogna continuare, fino a che sarà finita tutta la semola e si otterrà così la fregula.
  • Fatela tostare a bassa temperatura (150°) fino a farla leggermente dorare.
  • Cuocetela subito o conservatela in un barattolo di latta chiuso, in un luogo asciutto e fresco.

Note

La dose a persona è di 3 cucchiai, ma se vi piace un piatto abbondante, versatene pure 4.